József Bajza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
József Bajza

József Bajza (Szücsi, 31 gennaio 1804Pest, 3 marzo 1858) è stato un poeta e critico letterario ungherese.

Si è distinto per il suo impegno nel movimento letterario, da lui anche diretto, nel periodo storico delle riforme nazionali.

Inizialmente studiò giurisprudenza, ma da 1829 si occupò quasi esclusivamente di letteratura.

Le sue prime liriche apparvero su almanacchi locali e grazie a questa piccola notorietà strinse amicizia con il drammaturgo Károly Kisfaludy, che gli consentì di subentrare al suo posto alla guida della rivista letteraria Aurora, ruolo che mantenne dal 1831 al 1837. Negli stessi anni diresse anche la rivista Kritikai e collaborò con Kritische Blätter e Figyelmező; inoltre fondò la rivista Athenaeum (1837-1843), organo della opposizione liberale autonomista contraria alla egemonia della corte austriaca.

Nel 1830 si impegnò nella traduzione di vari drammi stranieri, due anni dopo entrò nella "Accademia Ungherese" e nel 1835 pubblicò una collezione di suoi poemi. Due anni dopo assunse la direzione del nuovo Teatro Nazionale.

Durante l'anno 1847 Bajza fece stampare il giornale di opposizione, Ellenor, a Lipsia e l'anno successivo, durante la guerra di libertà, diresse il quotidiano Kossuth Hirlapja, ma dopo la sconfitta dei moti di indipendenza, dovette nascondersi per evitare di essere arrestato.[1]

Come poeta, inizialmente fu influenzato dal movimento romantico, ma in un secondo tempo impreziosì i suoi versi con contenuti politici e patriottici.

La sua attività più significativa però fu quella di critico letterario, di polemista, che concretizzò con studi e scritti sul romanzo, sull'epigramma e sulla drammaturgia.

Importanti furono anche gli studi storici, tra i quali si ricordano La Libreria Storica (Történeti Könyvtár), 6 vol., (1843-1845) e la "Storia Universale (Világtörténet) (1847).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Le muse", De Agostini, Novara, 1964, Vol.I, pag.520

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 19696899 LCCN: n2005030828