Jón Ólafsson da Grunnavík

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jón Ólafsson da Grunnavík (Jón Ólafsson frá Grunnavík, conosciuto anche come Jón Grunnvíkingur o Grunnavíkur-Jón) (17051779) è stato un letterato islandese.

Originario della baia di Grunnavík, nella regione dei Vestfirðir, fu attivo a Copenaghen, dove era assistente di Árni Magnússon.

Fu autore di un dizionario di Lingua islandese e del Runologia, un trattato sulla Runologia. Nell'incendio di Copenaghen del 1728, il manoscritto originale della Heiðarvíga saga fu perduto insieme a una copia più recente di Jón Grunnvíkingur, che scrisse un riassunto della saga a memoria, l'unica forma in cui la saga sopravvive ancora oggi.

Il personaggio di Jón Grindvicensis nella novella storica Iceland's Bell di Halldór Laxness è basato su Jón Grunnvíkingur.

Note[modifica | modifica sorgente]

  • Jón Helgason, Jón Ólafsson frá Grunnavík, Copenaghen (1926)
  • Magnússon, Fridrik e Gudrún Kvaran, Hræringur úr ritum Grunnavíkur-Jóns. Ordmennt og Gódvinir Grunnavíkur-Jóns. Reykjavík (1994).
  • Ingólfsdóttir, G. e S. Sigmundsson, Vitjun sína vakta ber. Gódvinir Grunnavíkur-Jóns og Háskólaútgafan. Reykjavík (1999).

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 24503522

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie