Ivor Grattan-Guinness

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Ivor Grattan-Guinness

Ivor Grattan-Guinness (Bakewell, 23 giugno 1941) è uno storico della matematica e della logica britannico molto importante ed influente.


È stato socio dell'Institute for Advanced Study di Princeton ed è membro della Academie Internationale d'Histoire des Sciences.

Dal 1974 al 1981 è stato editor del periodico di storia della scienza "Annals of Science||.

Nel 1979 ha fondato il periodico "History and Philosophy of Logic", del quale è stato editor fino al 1992.

È stato associate editor di "Historia Mathematica" per vent'anni, dalla sua nascita nel 1974, e ancora successivamente dal 1996.

 L'attività di Grattan-Guinness tocca tutti i periodi storici, ma egli è interessato soprattutto di Euclide, dello sviluppo del calcolo infinitesimale e dell'analisi matematica e delle loro applicazioni alla meccanica e alla fisica matematica, e dell'emergere della teoria degli insiemi e della logica matematica. Egli si è specialmente interessato del caratterizzare come i pensatori del passato molto lontani da noi sul piano temporale vedano le loro scoperte con occhi differenti da quelli con cui noi le vediamo oggi; egli ha anche enfasizzato l'importanza dell'ignoranza come nozione epistemologica per la suddetta caratterizzazione. Grattan-Guinness ha sviluppato una ricerca estensiva sulle fonti originali, grazie alla sua conoscenza delle principali lingue europee lette e parlate.

Pubblicazioni selezionate[modifica | modifica wikitesto]

Libri di cui è autore[modifica | modifica wikitesto]

  • 1970. The Development of the Foundations of Mathematical Analysis from Euler to Riemann. MIT Press (1970).
  • 1972. 'Joseph Fourier 1768-1830' (In collaborazione con J. R. Ravetz). MIT Press (1972).
  • 1977. 'Dear Russell - Dear Jourdain'. Duckworth (1977).
  • 1980. From the Calculus to Set Theory, 1630-1910: An Introductory History. Duckworth (1980).
  • 1990. 'Convolutions in French Mathematics, 1800-1840' in 3 Vols. Birkhauser (1990)
  • 1997. The Rainbow of Mathematics: A History of the Mathematical Sciences. Fontana (1997) ISBN 978-000-686179-9 (pbk). W. W. Norton and Company (1999) ISBN 978-0393-04650-2 (hbk) ISBN 0-393-32030-8 (pbk).
  • 2000. (Riedizione) From the Calculus to Set Theory 1630-1910: An Introductory History. Princeton Univ. Press. ISBN 0-691-07082-2.
  • 2000. The Search for Mathematical Roots 1870-1940: Logics, Set Theories, and the Foundations of Mathematics from Cantor through Russell to Gödel. Princeton Univ. Press. ISBN 0-691-05858-X. Enormous bibliography. (For which he held a Leverhulme Fellowship from 1995-1997).

L'ultimo libro citato è uno studio approfondito e un po' dissacrante della crescita della logica matematica nel corso del cruciale periodo 1870-1940. Il tema centrale del libro è l'emergere del logicismo, per merito degli sforzi di Gottlob Frege, Bertrand Russell e Alfred North Whitehead e il suo crepuscolo dovuto a Kurt Gödel e alla indifferenza. Interi capitoli sono dedicati all'emergere della logica algebrica nel Regno Unito del XIX secolo, a Georg Cantor e all'emergere della teoria degli insiemi e all'emergere della logica matematica in Germania raccontato in un modo che sminuisce l'importanza di Frege e quella di Peano e dei suoi seguaci. Seguono quattro capitoli dedicati alle idee del giovane Bertrand Russell, alla stesura dei Principia Mathematica e alla disomogenea accoglienza delle sue idee e dei suoi metodi incontrati nel corso del periodo 1910-40. Il libro inoltre tocca brevemente la nascita della teoria dei modelli, quella della teoria della dimostrazione e l'emergere della ricerca statunitense sui fondamenti della matematica, specialmente per opera di Eliakim Hastings Moore e dei suoi allievi, dei cultori dellam teoria dei postulati e di Willard Van Orman Quine. La logica polacca viene spesso menzionata, ma non è trattata sistematicamente. Va detto anche che il libro costituisce un contributo anche per la storia della filosofia, non solo per la storia della mathematica.

Libri di cui è stato curatore[modifica | modifica wikitesto]

  • 2003. Companion Encyclopedia of the History and Philosophy of the Mathematical Sciences, 2 vols. Johns Hopkins Univ. Press. ISBN 0801873967
  • 2005. Landmark Writings in Western Mathematics. Elsevier.

Articolo[modifica | modifica wikitesto]

  • 2002. "A Sideways Look at Hilbert's Twenty-Three Problems of 1900," Notices of the American Mathematical Society 47: 752-57.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 49268407 LCCN: n50032034

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie