Isopropiltioxantone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Isopropiltioxantone
Formula di struttura e modello dell'isomero 2
Nome IUPAC
2-isopropil-9H-tioxanten-9-one
Nomi alternativi
ITX
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C16H14OS
Massa molecolare (u) 254,35
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
irritante

attenzione

Frasi H 302
Consigli P ---[1]

L'isopropiltioxantone o ITX è un derivato del tioxantone usato principalmente come agente fissante per inchiostro e vernici a serigrafia, combinato all'azione della luce ultravioletta.

Il prodotto per uso commerciale è una miscela degli isomeri 4-isopropil- (in figura) e 2-isopropil-, dove il gruppo -CH-(CH3)2 è nella posizione subito sottostante nell'anello aromatico.

Poche sono le informazioni disponibili in letteratura riguardo alla sua pericolosità. Definito come "moderatamente tossico" e "non cancerogeno", l'ITX in polvere è considerato irritante per gli occhi, la pelle e l'apparato respiratorio.

È la sostanza ritrovata nel latte della Nestlè, che ha portato, il 22 novembre 2005, al sequestro in Italia di circa 30 milioni di litri di latte, in seguito al quale la ditta ha ritirato anche i lotti dei prodotti contaminati in Francia, Portogallo e Spagna, in quanto non sono noti studi tossicologici approfonditi sulla sostanza. La Nestlè ha dichiarato che non ci sono pericoli per i consumatori, in quanto la concentrazione è modesta. [2] [3]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 25.07.2012
  2. ^ Maxi sequestro di latte per bimbi alterato dalla vernice sull'etichetta in la Repubblica, 22 novembre 2005.
  3. ^ Federica Cavadini, Contaminato anche il latte della Milupa in Corriere della Sera, 24 novembre 2005.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: Il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia