Imelda Lambertini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Beata Imelda Lambertini
Nascita 1320
Morte 12 maggio 1333
Venerata da Chiesa cattolica
Beatificazione 1824
Ricorrenza 12 maggio

Imelda Lambertini, al secolo Maria Maddalena (Bologna, 1320Bologna, 12 maggio 1333), è stata una religiosa italiana. Entrata giovanissima nel monastero domenicano di Santa Maria Maddalena in Val di Pietra, morì a soli 13 anni dopo aver ricevuto l'Eucaristia in modo ritenuto miracoloso[1]. Nel 1824 fu proclamata beata da papa Leone XII. Le sue spoglie sono venerate nella chiesa di San Sigismondo a Bologna.

Memoria liturgica il 12 maggio.

La morte[modifica | modifica sorgente]

A 13 anni, alla messa dell'Ascensione, le suore si misero in fila per la comunione, tranne Imelda, ancora troppo giovane e ritenuta impreparata. A quell'epoca si pensava che per ricevere l'Eucaristia fosse necessaria una maggiore responsabilità. Imelda, ubbidiente alle regole, quel giorno si mise in un angolo della cappella a pregare; proprio davanti a lei, a un tratto, sarebbe apparsa a mezz'aria una luminosissima particola. Il sacerdote capì che non si sarebbe potuto rifiutare: così prese l'ostia e comunicò la ragazzina. La Lambertini entrò immediatamente in estasi e così rimase. Morì con un'espressione di gioia sul viso che rimase impressa negli astanti.[2]

Patrona delle prime comunioni[modifica | modifica sorgente]

Papa Pio X nel 1910, in occasione dell'abbassamento dell'età dell'ammissione alle prime comunioni proclamò la beata Imelda Lambertini patrona delle prime comunioni. Da allora la rinomanza della beata si è largamente estesa nella Chiesa universale[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dizionario dei Santi, TEA, 1989
  2. ^ Rino Cammilleri, Santi dimenticati, Piemme, 1996
  3. ^ Vedi sul punto i testi nelle varie lingue citati in bibliografia

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • P. Timoteo Centi, La Beata Imelda Lambertini, Vergine Domenicana, Edizioni Il Rosario, 1955
  • Ïmelda, het verhaal van een kleine gelukzalige, geschilderd door Angelicus Maria Beckert O.P. Geschreven in het Duits door Hieronymus Maria Wilms O.P. en door August Seelen in het Nederlands naverteld., Uitgever: St. Laurens Boek- en Kunsthandel te Rotterdam in 1927.(Nl)
  • Deborah Kay. "Love In The Holy Eucharist". Catholic Planet. (EN)
  • Laure Conan, édition 1913, pp. 38–41 (ES)
  • Marteau de Langle de Cary, 1959, tome II, p. 208(ES)
  • Jean-Joseph Lataste, Vie de la bienheureuse Imelda, 1866.(FR)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 13101844