Il mondo della luna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Spettacolo teatrale}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.

Il mondo della luna è un dramma giocoso in tre atti scritto da Carlo Goldoni per essere musicato da Baldassarre Galuppi, il quale lo rappresentò per la prima volta il 29 gennaio 1750 a Teatro San Moisé di Venezia. Successivamente il libretto fu ripreso da altri compositori, tra i quali Giovanni Paisiello e Franz Joseph Haydn, che lo musicò nel 1777 in occasione di una festa di nozze dei principi Esterházy.[1]

Il testo narra di un astrologo truffaldino, Ecclitico, che mette in scena un'elaborata farsa con finti abitanti della Luna.

Elenco dei compositori che utilizzarono il libretto[modifica | modifica sorgente]

La data e la città si riferiscono alla prima rappresentazione:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://drammaturgia.fupress.net/recensioni/recensione1.php?id=3000
  2. ^ http://corago.unibo.it/modules.php?name=Opera&id=0000157609

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Carlo Goldoni, Il mondo della Luna dramma giocoso per musica di Poliseno Fegejo pastore arcade da rappresentarsi nel Teatro delle Grazie di Vicenza, l'autunno 1750. Dedicato al sublime merito di sua eccellenza Bertucci Contarini podestà, e vice capitanio di Vicenza. – In Verona : per Dionisio Ramanzini libr. a S. Tomio. – 60 p. ; 12°

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]