Hippophae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Hippophae
Hippophae rhamnoides
Olivello spinoso (Hippophae rhamnoides)
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Rosales
Famiglia Elaeagnaceae
Genere Hippophae
L., 1753
Specie
  • Hippophae fasciculata
  • Hippophae goniocarpa
  • Hippophae litangensis
  • Hippophae mexicana
  • Hippophae nepalensis
  • Hippophae rhamnoides
  • Hippophae salicifolia

+ altre specie minori (v. testo)

Il genere Hippophae (olivello o olivello spinoso) comprende circa una decina di specie, di cui la più nota, Hippophae rhamnoides, è impiegata per la preparazione di creme di bellezza a base naturale, per applicazioni in erboristeria e per la preparazione di sciroppi e succhi di frutta.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Frutti di olivello spinoso (Hippophae rhamnoides)

Il genere Hippophae è presente in una vasta area che va dall'Europa all'Asia, includendo Cina, Mongolia, India, Nepal, Pakistan, Russia, Italia, Inghilterra, Francia, Danimarca, Germania, Olanda, Polonia, Romania, Finlandia, Svezia e Norvegia. Più del 90%, circa 1.5 milioni di ettari si possono trovare in Cina, dove la pianta viene impiegata per conservare acqua e terra.[1]. L'arbusto raggiunge 5–6 m di altezza, e raramente arriva fino a 10 m nell'Asia centrale in zone asciutte e sabbiose. Sono resistenti al sale nell'aria e nella terra, ma richiedono abbondante sole per una buona crescita e non sono adatte a luoghi in ombra vicino ad alberi.

La Hippophae più diffusa è l'Olivello Spinoso che si estende dalle coste dell'Atlantico dell'Europa fino ad attraversare la zona nord est della Cina. Nei paesi dell'Europa occidentale si trova soprattutto confinata nelle zone costiere dove il sale proveniente dal mare non permette ad altre piante più grandi di competere con loro per il territorio. Nell'Asia centrale si trovano distribuite in zone con un clima arido e semi-deserto dove altre piante non riescono a sopravvivere. Nell'Europa centrale ed in Asia si trova anche in una zona subalpina, fino a 1500 m, dove è possibile trovare la Linea degli alberi sulle montagne ed altri luoghi soleggiati come agli argini dei fiumi.

Benefici dell’olivello spinoso[modifica | modifica wikitesto]

L'olivello spinoso è ricchissimo di vitamina C, con un contenuto medio di 695 mg per 100 grammi (di gran lunga superiore a quella contenuta nei kiwi e negli agrumi). Vanta proprietà tonificanti, aiuta in caso di affaticamento, rinforza le difese immunitarie ed è utile nella prevenzione delle infezioni come i raffreddamenti. La polpa del frutto di olivello spinoso allo stato naturale è molto acida (astringente) e oleosa e risulta poco piacevole al gusto. Solo dopo una previa lavorazione (ad esempio il surgelamento diminuisce le proprietà astringenti) la polpa può essere utilizzata ad esempio sotto forma di succhi o per la preparazione di marmellate, dolci e liquori.

Sistematica[modifica | modifica wikitesto]

Il genere Hippophae comprende, a seconda degli autori, da 7 a 15 specie circa. L'elenco secondo IPNI comprende le seguenti specie (escludendo i sinonimi):

  • Hippophae caucasica (*)
  • Hippophae fasciculata
  • Hippophae fluviatilis (*)
  • Hippophae goniocarpa
  • Hippophae gyantsensis (*)
  • Hippophae litangensis
  • Hippophae mongolica (*)
  • Hippophae nepalensis
  • Hippophae neurocarpa (*)
  • Hippophae rhamnoides
  • Hippophae salicifolia
  • Hippophae sinensis(*)
  • Hippophae tibetana(*)
  • Hippophae turkestanica(*)
  • Hippophae yunnanensis(*)

Note. 1) Le specie indicate con (*) sono considerate da alcuni studiosi sottospecie di H. rhamnoides. - 2) Hippophae canadensis e qualche altra specie sono oggi spostate nel genere Shepherdia.

Variazioni rispetto all'elenco di IPNI: Hippophae tibetana per IPNI è sinonimo di H. rhamnoides. Hippophae mexicana è stata esclusa.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

L'olivello spinoso è stato utilizzato dal birrificio norvegese Nøgne ø nella produzione di una birra, la Tindved.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dharmananda S. Sea buckthorn, Istituto di Medicina Tradizionale Online, 2004

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica