Helen Levitt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Helen Levitt (Brooklyn, 31 agosto 1913New York, 29 marzo 2009) è stata una fotografa documentaria statunitense.

È cresciuta a Brooklyn (New York) e una volta finita la scuola ha subito cominciato a lavorare nel campo della fotografia presso uno studio nel Bronx.

Nel 1937, intrapresa la carriera dell'insegnamento, rimase fortemente affascinata dai chalk drawings, i disegni coi gessetti colorati tipici della cultura di strada newyorkese del tempo.

Servendosi di una Leica 35mm, assecondò la sua nuova passione e nell'arco di dieci anni scattò un gran numero di fotografie di chalk drawings. Il suo lavoro culminò in un'uscita editoriale soltanto nel 1987 con In The Street: chalk drawings and messages, New York City 1938-1948, una raccolta che ebbe straordinario successo e che è oggi considerata tra i più importanti libri fotografici di sempre.

Tra il 1938 e 1941 studiò e collaborò con Walker Evans, il maestro dei Subway portraits di New York. Nel 1943, Edward Steichen in persona si occupò di curare e allestire al Museum of Modern Art di New York la sua prima esposizione. In seguito, Helen Levitt seguì la strada della fotografia documentaristica.

Negli anni cinquanta lavorò a fianco di James Agee e si cimentò nella regia cinematografica. Nel 1959 e nel 1960 la Fondazione Guggenheim le commissionò dei portfolio a colori su New York. Gran parte di queste foto fu poi trafugata; le foto rimaste ed alcuni scatti degli anni successivi sono stati raccolti in Slide Show: The Color Photographs of Helen Levitt (maggio 2005). La sua prima pubblicazione fu A Way of Seeing (1965).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 100257307 LCCN: n79099484