Glossopteris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Glossopteris
Glossopteris.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Pteridospermatophyta
Ordine Glossopteridales
Genere Glossopteris

La glossopteride (gen. Glossopteris) è una pianta estinta, appartenente alle pteridospermatofite. Visse tra il Permiano inferiore e il Triassico inferiore (270 - 230 milioni di anni fa) e i suoi resti, rinvenuti in India, Australia, Africa meridionale, Madagascar, Sudamerica e Antartide, sono stati fondamentali come prova per la teoria della deriva dei continenti.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

A lungo ritenuta una pianta cespugliosa, Glossopteris era in realtà una forma arborescente che raggiungeva un'altezza di circa sei metri. Alcuni fossili, però, fanno pensare che Glossopteris potesse raggiungere un'altezza di circa 30 metri. Il fusto poteva raggiungere un diametro di circa 40 centimetri, e il legno era molto simile a quello delle gimnosperme. I tronchi fossili recano molto chiaramente le impronte degli anelli di crescita.

Le foglie della glossopteride erano molto particolari e si rinvengono piuttosto frequentemente come fossili. La loro forma era lanceolata, allungata, simile a una lingua (da qui il nome Glossopteris, che significa "lingua - fronda); le nervature erano molto tipiche, mente gli stami erano presenti sulla superficie inferiore delle foglie.

I fossili di Glossopteris (verde scuro) rinvenuti in tutti i continenti meridionali provano che un tempo i continenti erano uniti

Importanza dei fossili[modifica | modifica sorgente]

L'ampia diffusione di questa pianta ha caratterizzato tutti i continenti meridionali alla fine del Paleozoico. All'epoca, tutti questi continenti erano riuniti in un'unica massa continentale, il supercontinente Gondwana. La flora di questa massa di terraferma è anche conosciuta come “flora a Glossopteris”, dal nome della sua forma più tipica. Gli studiosi hanno notato che la distribuzione dei resti fossili di Glossopteris corrisponde perfettamente con le masse terrestri che allora componevano il Gondwana.[1] Un altro genere tipico di questa flora era Gangamopteris.

Habitat[modifica | modifica sorgente]

Glossopteris e Gangamopteris facevano parte di un tipo di flora molto meno variegata rispetto a quella dei continenti settentrionali, probabile testimonianza di un clima più secco e rigido. In ogni caso, sembra che molte zone in cui cresceva Glossopteris fossero occupate da pianure temperate o caldo-umide.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ McLoughlin, S. 2001. The breakup history of Gondwana and its impact on pre-Cenozoic floristic provincialism. Australian Journal of Botany, 49: 271-300.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Brongniart, A. 1828. Prodrome d’une histoire des végétaux fossiles. Paris. 223 pp.
  • Brongniart, A. 1832. Histoire des végétaux fossiles ou recherches botaniques et géologiques sur les végétaux renfermés dans les diverses couches du globe. G. Dufour and E. D’Ocagne, Paris 1: 265-288.
  • Anderson, H.M. & Anderson, J.M. 1985. The Palaeoflora of Southern Africa: Prodromus of Southern African Megafloras, Devonian to Lower Cretaceous. A.A. Balkema, Rotterdam. 416 pp.
  • Chandra, S. & Surange, K.R. 1979. Revision of the Indian species of Glossopteris. Monograph 2. Birbal Sahni Institute of Palaeobotany, Lucknow. 301 pp.
  • Davis, Paul and Kenrick, Paul. 2004. Fossil Plants. Smithsonian Books (in association with the Natural History Museum of London), Washington, D.C. ISBN 1-58834-156-9
  • Gould, R. E. and Delevoryas, T., 1977. The biology of Glossopteris: evidence from petrified seed-bearing and pollen-bearing organs. Alcheringa, 1: 387-399.
  • Pant DD 1977 The plant of Glossopteris. J Indian Bot Soc 56: 1-23.
  • Pant, D.D. & Gupta, K.L. 1971. Cuticular structure of some Indian Lower Gondwana species of Glossopteris Brongniart. Part 2. - Palaeontographica, 132B: 130-152.
  • Pant, D.D. & Nautiyal, D.D. 1987. Diphyllopteris verticellata Srivastava, the probable seedling of Glossopteris from the Paleozoic of India. - Rev. Palaeobot. Palynol., 51: 31-36.
  • Pant, D.D. & Pant, R. 1987. Some Glossopteris leaves from Indian Triassic beds. - Palaeontographica, 205B: 165-178.
  • Pant, D.D. & Singh, K.B. 1971. Cuticular structure of some Indian Lower Gondwana species of Glossopteris Brongniart. Part 3. - Palaeontographica, 135B: 1-40.
  • Pigg, K. B. 1990. Anatomically preserved Glossopteris foliage from the central Transantarctic Mountains. Rev. Palaeobot. Palynol. 66: 105-127.
  • Pigg, K.B. & McLoughlin, S. 1997. Anatomically preserved Glossopteris leaves from the Bowen and Sydney basins, Australia. Review of Palaeobotany and Palynology, 97: 339-359.
  • Plumstead, E.P. (1969), Three thousand million years of plant life in Africa. Alex L. du Toit Memorial Lecture no. 11. Trans. Geol. Soc. S. Afr. 72 (annex.): 1-72.
  • Taylor, E.L, Taylor, T.N. & Collinson, J.W. 1989. Depositional setting and palaeobotany of Permian and Triassic permineralized peat from the central Transantarctic Mountains, Antarctica. - Internat. J. Coal Geol., 12: 657-679.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]