Giovanni Battista Magnani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni Battista Magnani (Parma, 21 settembre 1571Parma, 1653) è stato un architetto italiano. È il più celebre di una grande famiglia di artisti parmigiani (furono architetti anche il padre Nicostrato ed il figlio Carlo).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Allievo di Giovan Battista Aleotti, col quale collaborò alla progettazione di Santa Maria del Quartiere (1604), la sua opera si svolse esclusivamente a Parma: tra le sue prime opere sono da ricordare il monumento ad Agostino Carracci, del quale fu anche amico, eretto nel duomo di Parma nel 1602; disegnò l'altare di San Giuseppe (1608, per la chiesa di Santa Maria della Steccata) e, per adempiere a un voto, quello di Santa Maria Maddalena de' Pazzi (1611, per i carmelitani).

Nel 1622 fu nominato architetto della città e Carlo Cesare Malvasia riferisce che fu al servizio diretto dei duchi Farnese.

L'elenco delle sue opere comprende il chiostro della fontana del monastero benedettino di San Paolo (1613-1624); la ricostruzione dell'interno della chiesa e del campanile di Sant'Alessandro (1622-1626); il palazzo a portici del municipio (1627-1629). Collaborò alla costruzione dell'atrio e dello scalone del palazzo della Pilotta. Tra i disegni attribuitigli, quello per la Chiesa di Santa Maria delle Grazie (1617).

Nel 1628, in occasione del matrimonio di Margherita de' Medici con il duca Odoardo I Farnese, progettò l'arco di San Lazzaro ed altri tre archi trionfali.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • A. Pezzana, Memorie degli scrittori e letterati parmigiani, III, 1827, 921-923
  • Dizionario enciclopedico di architettura e urbanistica, III, 1969, 464
  • B. Adorni, L'architettura farnesiana, 1974, 193

Controllo di autorità VIAF: 10760618