Giovanni Andrea dell'Anguillara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni Andrea dell'Anguillara (Sutri, 1517[1]Sutri ?, 1572) è stato un poeta e letterato italiano del Rinascimento.

Membro di un ramo della famiglia Anguillara, frequentò a Roma l'Accademia dello Sdegno, dove completò la sua formazione poetica. In seguito, si trasferì a Parma dove fu al servizio del cardinale Alessandro Farnese il Giovane. Si recò poi a Venezia e a Parigi.

Nel 1554 pubblicò una traduzione, completata nel 1561 e dedicata a Enrico II, in ottave delle Metamorfosi di Ovidio sotto il nome di De le Metamorfosi d'Ovidio libri III di Giovanni Andrea dell'Anguillara. Tornò poi in Italia presso la corte di Cosimo de' Medici

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Anfitrione, 1548
  • De le Metamorfosi d'Ovidio libri III di Giovanni Andrea dell'Anguillara, 1554-1561
  • Edipo, 1556

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Anguillara, Giovanni Andrea dell'" su treccani.it

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 100172478