Gino Cuccarolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gino Cuccarolo
Gino Cuccarolo - Basket Brescia Leonessa 2013.JPG
Gino Cuccarolo con la maglia del Basket Brescia Leonessa (2013)
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 222 cm
Peso 125 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centro
Squadra Virtus Bologna Virtus Bologna
Carriera
Giovanili
2002-2006 Pall. Treviso Pall. Treviso
Squadre di club
2003-2012 Pall. Treviso Pall. Treviso 42 (101)
2004-2005 Bianco e Blu.svg Basket Istrana 28
2005-2006 Reyer Venezia Reyer Venezia
2007-2008 RB Montecatini RB Montecatini 21
2008-2010 Virtus Siena Virtus Siena 53
2011 Pall. Biella Pall. Biella 10
2012-2014 Leonessa Brescia Leon. Brescia
2014- Virtus Bologna Virtus Bologna
Nazionale
2003
2004-2005
2005-2007
2012-
Italia Italia U-16
Italia Italia U-18
Italia Italia U-20
Italia Italia



1 (0)
Palmarès
Transparent.png Europei Under-20
Bronzo Italia/Slovenia 2007
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 22 luglio 2012

Gino Cuccarolo (Asolo, 26 novembre 1987) è un cestista italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Muove i suoi primi passi nel mondo del basket presso l'associazione sportiva "A.M. La Torre" di Crespano del grappa, in provincia di Treviso.

Dopo alcuni anni trascorsi nel vivaio della Benetton Treviso, viene prestato nelle serie minori per acquisire esperienza: nel 2004-2005 con la formula del doppio tesseramento disputa la serie C1 con l'Istrana oltre al campionato giovanile con la Benetton, poi un'annata in B2 con la Reyer Venezia, quindi una parentesi con la prima squadra della Benetton, durante la quale salì alla ribalta il caso "Cuccarolo-Lorbek" che portò ad una penalizzazione di 12 punti della Benetton Treviso a causa di irregolarità sul tesseramento dei giocatori da parte della società veneta[1].

Nella stagione 2007-08 Cuccarolo è girato in prestito a Montecatini in Legadue, esperienza seguita dal biennio in terza serie con la Virtus Siena, sempre in prestito dal club trevigiano.

Nell'estate 2010 rientra alla casa base ma nel gennaio successivo gioca con la Pallacanestro Biella fino al termine della stagione. Rientrato nuovamente a Treviso, parte talvolta titolare.

A gennaio 2013 si trasferisce al Basket Brescia Leonessa[2] con la quale concluderà la stagione realizzando 3,2 punti e 3 rimbalzi di media a partita in stagione regolare, mentre nei playoff raggiunge la finale contro la Giorgio Tesi Group Pistoia, giocando un totale di 12 partite con 4,2 punti e 5,3 rimbalzi di media a partita.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Con le nazionali giovanili ha partecipato agli europei del 2003, del 2005, anno in cui ha raggiunto il 3º posto con la nazionale Under-18, e del 2007, nei quali si è aggiudicato la medaglia di bronzo Under-20 dietro Spagna e Serbia.

Cuccarolo ha debuttato nella nazionale maggiore l'11 marzo 2012 giocando tre minuti dell'All-Star Game, in cui gli azzurri hanno sfidato una selezione di stranieri del campionato di Serie A.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Con i suoi 2 metri e 21 centimetri ufficiali è entrato nel Guinness dei primati (Guinness World Records measurement) come uomo più alto d'Italia[3], ha partecipato anche alla trasmissione televisiva Lo show dei record assieme a Sultan Kosen all'epoca della conduzione di Paola Perego. Di scarpe porta il numero 55.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Pall. Treviso: 2006
Pall. Treviso: 2007

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Indagine tesseramento Lorbek-Cuccarolo
  2. ^ Basket Brescia Leonessa, in arrivo Gino Cuccarolo, il "gigante" dei pivot. URL consultato il 16/09/2013.
  3. ^ http://www.gazzetta.it/Basket/SerieA/08-08-2014/basket-bologna-cuccarolo-uomo-piu-alto-d-italia-9081293520.shtml

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]