Giant Killing

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Giant Killing
manga
Titolo orig. ジャイアントキリング
(Giant Killing)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Testi Masaya Tsunamoto
Disegni Tsujitomo
Editore Tsujitomo
1ª edizione 23 aprile 2007 – in corso
Tankōbon 32 (in corso)
Editore it. Panini Comics - Planet Manga
1ª edizione it. 27 ottobre 2012
Volumi it. 21 / 32 Completa al 66%.
Giant Killing
serie TV anime
Titolo orig. ジャイアントキリング
(Giant Killing)
Autori
Regia Yuu Kou
Character design Tetsuya Kumatani
Dir. artistica Junichi Higashi
Studio Studio DEEN
Musiche Hideharu Mori
Rete NHK
1ª TV 4 aprile 2010 – 26 settembre 2010
Episodi 26 (completa)
Durata ep. 24 min
Episodi it. inedito

Giant Killing (ジャイアントキリング?) è uno spokon manga scritto da Masaya Tsunamoto e disegnato da Tsujitomo, pubblicato in Giappone dall'editore Kodansha dal 23 aprile 2007 al 23 gennaio 2009. In Italia, il manga viene pubblicato dalla Panini Comics sotto l'etichetta Planet Manga a partire da novembre 2012.[1] Dal manga è stato tratto l'anime omonimo in 26 episodi, prodotto nel 2010 dallo Studio DEEN e trasmesso in Giappone dal network televisivo NHK a partire dal 4 aprile 2010.

Trama[modifica | modifica sorgente]

L'East Tokyo United, (ETU) è una squadra di Tokyo ormai sull'orlo della retrocessione. Per risollevare le sue sorti, visto che anche i tifosi più accesi la stanno abbandonando, i dirigenti decidono di prendere un nuovo allenatore, Tatsumi Takeshi, un ex grande campione di calcio con un'esperienza di allenatore per una squadra inglese amatoriale.

Partite dell'ETU[modifica | modifica sorgente]

La stagione non inizia bene per l'ETU che, dopo un pareggio con il Tokyo Victory, subisce cinque sconfitte di fila alla quale ,dopo la vittoria con il Nagoya, si sussegue una serie di vittorie. Seguono poi una serie di partite pareggiate, una sconfitta, e una partita vinta contro gli Osaka Gunners

Manga[modifica | modifica sorgente]

Volumi[modifica | modifica sorgente]

Volume Data di prima pubblicazione
Giappone
1 #1 23 aprile 2007
ISBN 978-4-06-372593-3
2 #2 23 luglio 2007
ISBN 978-4-06-372618-3
3 #3 23 ottobre 2007
ISBN 978-4-06-372637-4
4 #4 23 gennaio 2008
ISBN 978-4-06-372660-2
5 #5 23 aprile 2008
ISBN 978-4-06-372682-4
6 #6 23 luglio 2008
ISBN 978-4-06-372716-6
7 #7 23 ottobre 2008
ISBN 978-4-06-372740-1
8 #8 21 novembre 2008
ISBN 978-4-06-372753-1
9 #9 23 gennaio 2009
ISBN 978-4-06-372769-2
10 23 aprile 2009
ISBN 978-4-06-372789-0
11 23 luglio 2009
ISBN 978-4-06-372818-7
12 23 ottobre 2009
ISBN 978-4-06-372840-8
13 22 gennaio 2010
ISBN 978-4-06-372868-2
14 23 aprile 2010
ISBN 978-4-06-372897-2
15 21 maggio 2010
ISBN 978-4-06-372904-7
16 23 luglio 2010
ISBN 978-4-06-372918-4
17 22 ottobre 2010
ISBN 978-4-06-372950-4
18 21 gennaio 2011
ISBN 978-4-06-372972-6
19 22 aprile 2011
ISBN 978-4-06-372992-4
20 22 luglio 2011
ISBN 978-4-06-387023-7

Anime[modifica | modifica sorgente]

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Sigla iniziale
"My Story ~Mada Minu Ashita e~" (My story ~まだ見ぬ明日へ~?) cantata da THE CHERRY COKES
Sigla finale
"Get tough!" cantata da G.P.S

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Titolo In onda
Giappone
1 #1 4 aprile 2010
2 #2 11 aprile 2010
3 #3 18 aprile 2010
4 #4 25 aprile 2010
5 #5 2 maggio 2010
6 #6 9 maggio 2010
7 #7 16 maggio 2010
8 #8 23 maggio 2010
9 #9 30 maggio 2010
10 #10 6 giugno 2010
11 #11 13 giugno 2010
12 #12 20 giugno 2010
13 #13 27 giugno 2010
14 #14 4 luglio 2010
15 #15 11 luglio 2010
16 #16 18 luglio 2010
17 #17 25 luglio 2010
18 #18 1º agosto 2010
19 #19 8 agosto 2010
20 #20 15 agosto 2010
21 #21 22 agosto 2010
22 #22 29 agosto 2010
23 #23 5 settembre 2010
24 #24 12 settembre 2010
25 #25 19 settembre 2010
26 #26 26 settembre 2010

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Napoli Comicon 2012: annunci Planet Manga

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga