Garganta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Garganta
Universo Universo DC
Nome orig. Carol Heisler
Lingua orig. Inglese
Editore AC Comics
1ª app. 1990
Sesso Femmina
Luogo di nascita Yuma
Data di nascita 12 gennaio 1919

Garganta è un personaggio immaginario dei fumetti pubblicati dalla AC Comics e che comparve in molti dei suoi titoli, più comunemente in Femforce, che fu il fumetto in cui debuttò nel 1990 (Garganta, the 50 ft (15 m) Woman, Femforce n. 30). Comparendo originariamente come antagonista, divenne così popolare tra i lettori che ricomparve due numeri dopo, ed infine divenne un personaggio fisso. Nel 2001, Garganta ebbe una sua serie Garganta's Thrilling Science. Nel febbraio 2006 venne realizzato anche un film d'azione, rilasciato in DVD, dal titolo Gargantarama, con Brenna Barry nel ruolo di Garganta. Il sequel, Ghost of Garganta, venne rilasciato poco dopo.

Le storie si focalizzarono sull'abilità di Garganta di cambiare le sue dimensioni a piacere, sia dal punto di vista di una benedizione che da quello di una maledizione. Anche se regola la sua dimensione tramite sforzo mentale, spesso rimane vittima di crescite incontrollate che provocano dei disastri (che tendono a verificarsi quando è arrabbiata). La maggior parte del tempo è gentile e amichevole ed utilizza la sua taglia gigantesca per aiutare gli altri. Dato che i suoi poteri le distruggono i vestiti, indossa spesso un bikini Span-XX.

Il nome di Garganta le fu dato da Ellen McFarland, una reporter che ebbe un ruolo marginale in Femforce e che cercava di coprire la sua prima comparsa. Questo nome deriva dall'aggettivo gargantuesco (che significa "grande" o "enorme") da cui deriva Gargantua, un gigante immaginario creato da François Rabelais.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

L'alter ego di Garganta è la Dr.ssa Carol Heisler. Nata a Yuma il 12 gennaio 1919, divenne una biochimica e successivamente lavorò come ricercatrice per il governo degli Stati Uniti sulla formula V-47, la stessa che diede a Miss Victory, e a sua figlia, i loro poteri. Carol portò con sé la formula, distrusse il luogo dove lavorava e cominciò ad andare fuori controllo a causa del fatto che non riusciva a controllare l'energia dentro il suo corpo. Dopo essere stata messa al tappeto dalla seconda Miss Victory (che all'epoca guidava la squadra), crebbe fino a raggiungere dimensioni gigantesche e cominciò a scatenare la sua furia, finché non fu fermata da un attacco combinato che le strappò via tutta l'energia dal corpo. Poi crebbe di nuovo, e si diede alla devastazione dopo essere stata involontariamente soggetta ad un esperimento di elettro-stimolazione. Questa volta fuggì fino al mare e mostrò l'abilità di potersi adattare all'ambiente circostante diventando una creatura gigantesca simile ad una balena. Miss Victory fu incaricata di ucciderla con una pistola speciale, ma dopo che Garganta le spiegò telepaticamente quanto fosse docile, ne falsificò la morte (Femforce n. da 30 a 32).

Garganta fu riportata alle dimensioni di un essere umano dalle Gammazons, una razza di amazzoni aliene, che la lasciarono all'altezza di 50 piedi (circa 15 m) con la mente di un mammifero marino passivo. Venne rapita insieme a numerosi altri personaggi ma venne salvata al climax della storia (Femforce n. 43 3 n. 44). Dopo che le Gammazons sparirono, a Garganta venne dato un bikini dalla Span-XX (che si occupava di vestire tutti i membri della squadra Femforce) ed un appartamento in un edificio gigante prefabbricato nel quartier generale delle Femforce (Femforce n. 45), ma poi ottenne il potere di variare le sue dimensioni a piacere grazie alla pratica.

In una storia successiva, Garganta finì sotto l'influenza della ricca mondana Stella Stargaze, che la sfruttò prima come attrice e poi come guaritrice telepatica. Tuttavia, quando tentò di "guarire" un uomo che venne coinvolto nella caccia alle foche, si arrabbiò e cominciò a crescere nei suoi incubi. Venne salvata dalle Femforce e recuperata su un'isola remota. Tara riuscì ad allontanarla dal complesso con le sue abilità di crescita non ancora testate.

Poteri[modifica | modifica wikitesto]

Primariamente, il potere di Garganta è quello di incrementare le sue dimensioni, tipicamente fino a 60 piedi (circa 18 m), anche se può arrivare fino ai 200 piedi (circa 61 m), e sollevare fino a 160 tonnellate. Scoprì poi che le sue abilità empatiche erano la causa dei suoi scatti d'ira. Garganta aveva anche altri poteri. Inizialmente poteva lanciare raggi distruttivi dalle mani e dagli occhi. Poi, mostrò l'abilità di respirare sott'acqua mentre nuotava, e più in là di adattarsi all'ambiente oceanico e anche di mutare per inserirsi, diventando una gigantesca creatura marina e comunicando telepaticamente. Nessuno di questi poteri fu più utilizzato.

Influenza[modifica | modifica wikitesto]

La gigantessa divenne un personaggio ricorrente in Femforce dall'inizio degli anni novanta fino al 2000. Dopo il successo di Garganta, si scoprì che anche le super eroine Synn e Nightveil avevano l'abilità di ingigantirsi, a causa della natura alterata dei loro poteri. Anche la Ragazza della Giungla, Tara (che precedentemente non aveva alcun superpotere), acquisì l'abilità di diventare una gigantessa (Good Girl Art Quarterly, estate 1991), anche se, a differenza di Garganta, non può mantenere le sue dimensioni a tempo indefinito.

Le storie sulle gigantesse divennero il tema della storia di rinforzo di Femforce, Gargantarama, che prese il nome dalla stessa Garganta.

Garganta non deve essere confusa con Giganta, un personaggio simile (anche se molto meno benigno) dell'Universo DC.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Fumetti Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Fumetti