Friedrich Mohs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Friedrich Mohs

Friedrich Mohs (Gernrode, 29 gennaio 1773Agordo, 29 settembre 1839) è stato un mineralogista tedesco.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Friedrich Mohs ['fri:drıç mo:s] nacque a Gernrode (Germania), studiò chimica, matematica e fisica all'Università di Halle sul Saale e quindi studiò all'Accademia Mineraria di Freiberg (Sassonia).

Dopo aver raggiunto la posizione di responsabile di miniera nel 1801, Mohs si trasferì nel 1802 in Austria con l'incarico di identificare i minerali di una collezione privata di un banchiere. Come parte di questo incarico, egli iniziò a classificare i minerali in base alle loro caratteristiche fisiche, anziché considerarne la composizione chimica, come di tradizione.

Questa sua enfasi sulle caratteristiche fisiche dei minerali fu una singolarità rispetto alla prevalente sistematica su basi chimiche, ed oggi i minerali sono classificati per le loro caratteristiche chimiche, per quanto per il loro riconoscimento sul terreno le caratteristiche fisiche siano tuttora spesso usate.

Nel 1812 Mohs divenne professore a Graz; nel 1818 professore a Freiberg e nel 1826 professore a Vienna.

Mohs morì durante un viaggio in Italia, ad Agordo[1], famoso distretto minerario della Provincia di Belluno, e fu sepolto nello Zentralfriedhof (cimitero centrale) di Vienna, in cui riposano le salme di numerosi personaggi famosi.

Contributi scientifici[modifica | modifica sorgente]

Friedrich Mohs è ricordato principalmente per aver concepito ed introdotto la scala di durezza che porta appunto il suo nome; ideata nel 1812 la scala è ancora largamente usata per riconoscere i minerali.

La scala di Mohs ordina la tenacità con cui i minerali,ovvero le singole particelle,costituenti sono tenute unite tra di loro. Alla tenacità corrisponde per diretta proporzione la durezza di un materiale. Quando un corpo è più duro di un altro riesce a scalfirlo. La scala di durezza propone 10 gradi ove il minerale rappresenta un grado che scalfisce quello che precede ed è scalfito da quello che segue.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Una lapide ricorda ancora oggi la casa in centro città, in Piazza della Libertà, in cui Friedrich Mohs morì.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Wilhelm von Gümbel: Mohs, Friedrich. In: Allgemeine Deutsche Biographie (ADB). Band 22, Duncker & Humblot, Leipzig 1885, S. 76-79.
  • Josef Zemann: Mohs Friedrich, Montanist, Mineraloge und Kristallograph. In: Österreichisches Biographisches Lexikon 1815-1950 (ÖBL). Band 6, Verlag der Österreichischen Akademie der Wissenschaften, Wien 1975, ISBN 3-7001-0128-7, S. 345.
  • Friedrich Mohs. In: Österreich-Lexikon von aeiou.
  • Johannes Uray, Chemische Theorie und mineralogische Klassifikationssysteme von der chemischen Revolution bis zur Mitte des 19. Jahrhunderts. In: Berhard Hubmann, Elmar Schübl, Johannes Seidl (Hgg.), Die Anfänge geologischer Forschung in Österreich. Beiträge zur Tagung „10 Jahre Arbeitsgruppe Geschichte der Erdwissenschaften Österreichs“ von 24. bis 26. April 2009 in Graz. Graz 2010, S 107-125.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 59115850 LCCN: n88271041