Francesco Vatielli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Francesco Vatielli (Pesaro, 1 gennaio 1877Portogruaro, 12 dicembre 1946) è stato un compositore e musicologo italiano.

Da giovane approfondì le sue conoscenze musicali grazie agli studi liceali, svolti presso il Liceo Musicale di Pesaro, sotto la guida di Antonio Cicognani e Pietro Mascagni; inoltre si è iscritto all'Università di Bologna per seguire il corso di filologia, studi proseguiti all'istituto Superiore di Firenze.

Dall'età di ventinove anni assunse l'incarico di dirigere la Biblioteca del Liceo Musicale di Bologna, dove contemporaneamente ha svolto anche il ruolo di insegnante di storia della musica.

Nel biennio 1922-23 ha fondato e diretto la rivista La Cultura Musicale.

Tra le sue pubblicazioni, annoveriamo : Antiche cantate d'amore, Antiche cantate spirituali, Antichi maestri bolognesi, La Biblioteca del Liceo Musicale di Bologna (1917), Cinquant'anni di vita musicale bolognese (1918), Primordi dell'arte del violoncello (1918).

Tra i lavori musicali principali, si segnalano : Canti di Melitta, canto e pianoforte; Fiabe e balocchi, pianoforte; Figurine cinesi.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Dizionario di musica", di A.Della Corte e G.M.Gatti, Paravia, 1956, pag.652