Firuzabad

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Fīrūzābād
città
فيروزاباد
Dati amministrativi
Stato Iran Iran
Regione Fars
Provincia Firuzabad
Circoscrizione Centrale
Territorio
Coordinate 28°50′N 52°34′E / 28.833333°N 52.566667°E28.833333; 52.566667 (Fīrūzābād)Coordinate: 28°50′N 52°34′E / 28.833333°N 52.566667°E28.833333; 52.566667 (Fīrūzābād)
Altitudine 1.330 m s.l.m.
Abitanti 58 210[1] (2006)
Altre informazioni
Fuso orario UTC+3:30
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Iran
Fīrūzābād

Fīrūzābād (farsi فيروزاباد, romanizzato anche come Fīrūzābād; anticamente, medio persiano sassanide Ardasher-Khwarrah – اردشيرخوره, che significa "La Gloria di Ardasher")[2] è il capoluogo della provincia di Firuzabad, circoscrizione Centrale, nella regione di Fars. Aveva, nel 2006, una popolazione di 58.210 abitanti, con 12.888 famiglie.

Firuzabad è situata a sud di Shiraz. La città è circondata da un muro di fango e da un fossato.

Alessandro di Macedonia distrusse la città originale di Gōr. Secoli più tardi, Ardashir I, fondatore della dinastia sassanide, fece rivivere la città prima che fosse saccheggiata durante l'invasione araba del settimo secolo.

Firuzabad è situata in un'area della regione a bassa quota, così Alessandro fu in grado di allagare la città dirottando verso di essa il flusso di un fiume. Il lago che creò rimase finché Ardashir I non costruì un tunnel per prosciugarlo, fondando poi su questo sito la sua nuova capitale.

La nuova città di Ardeshir era conosciuta come Khor Ardeshīr, Ardeshīr Khurah e Shāhr-ī Gōr. Aveva una pianta circolare così precisa nella misurazione che lo storico persiano Ibn Balkhi scrisse che era stata "ideata usando un compasso". Era protetta da una trincea di 50 metri di larghezza e 2 chilometri di diametro. La città aveva quattro porte; a nord c'era la Porta di Hormuz, a sud la Porta di Ardeshir, a est la Porta di Mitra e a ovest la Porta di Bahram. I recinti della capitale reale furono costruiti al centro di un cerchio con un raggio di 450 m. Nel punto centrale della città vi era un tempio del fuoco zoroastriano alto 30 m e con un motivo a spirale, che si pensa sia stato il predecessore architettonico della Grande Moschea di Samarra dell'Iraq. (Vedi la foto satellitare nell'angolo in alto a destra dell'articolo.)

Firuzabad riacquistò importanza sotto il regno di Azud al-Dawla della dinastia daylamite, che usò frequentemente lq città come residenza. È in questo periodo che il vecchio nome della città, Gōr, fu abbandonato a favore del nuovo. Nel nuovo persiano, parlato al tempo, Gōr era giunto a significare "tomba". Re Azud al-Dawla, a quel che si racconta, trovava di cattivo gusto risiedere in una "tomba". Per suo ordine, il nome della città fu dunque mutato in Peroz-abad, "Città della Vittoria". Da allora, la città è stata conosciuta mediante variazioni di quel nome, per arrivare a Firuzabad (medio persiano Fīrūzābād).

Tra le attrazioni della città sono da menzionare il Ghal'eh Dokhtar, il Palazzo di Ardeshir, e la torre del tempio del fuoco tra i resti di Gōr.

Galleria di immagini[modifica | modifica sorgente]


Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (DEENESFR) Stefan Helders, World Gazetteer: Fīrūzābād - profile of geographical entity including name variants. [collegamento interrotto]
  2. ^ Firuzabad si può trovare sul GEOnet Names Server, a questo collegamento, aprendo il riquadro di ricerca avanzata, inserendo "-3063026" nel modulo "Unique Feature Id", e cliccando su "Search Database".

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Iran Portale Iran: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Iran