Filippo Zaniberti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Filippo Zaniberti, Banchetto di stato del Doge Francesco Cornaro

Filippo Zaniberti (Brescia, 15851636) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si forma a Venezia nella bottega di Sante Peranda e la sua carriera artistica si svilupperà principalmente in questa città. La sua arte è da ascrivere al manierismo, periodo intermedio tra arte rinascimentale e barocco. Il suo stile si rifà in particolare a quello di Paolo Veronese.

Al Zaniberti era ascritto in passato un dipinto raffigurante San Pietro nella chiesa dei Santi Faustino e Giovita a Brescia, oggi invece attribuita con sicurezza a Gian Giacomo Barbelli[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pier Virgilio Begni Redona, pag. 109

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Lawrence Barnett Phillips, The dictionary of biographical reference, Sampson, Low, Son, and Marsten, London 1871
  • Pier Virgilio Begni Redona, Pitture e sculture in San Faustino in AA. VV., "La chiesa e il monastero benedettino di San Faustino Maggiore in Brescia", Gruppo Banca Lombarda, Editrice La Scuola, Brescia 1999
  • Federico Nicoli Cristiani, Della Vita delle pitture di Lattanzio Gambara; Memorie Storiche aggiuntevi brevi notizie intorno a' più celebri ed eccelenti pittori Bresciani, Spinelli e Valgiti, Brescia 1807

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 49102462