Filippo Silvestri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Filippo Silvestri (Bevagna, 22 giugno 1873Portici, 10 giugno 1949) è stato un eminente entomologo italiano.

È considerato, assieme a Guido Grandi e Antonio Berlese, uno dei padri fondatori dell'Entomologia italiana.

La sua passione per le scienze naturali si manifesto già negli anni del liceo, allorché inizio a frequentare l’Istituto di Botanica e Zoologia dell’Università di Perugia. Nel 1892 si iscrisse all’Università di Roma; successivamente si trasferì presso l'Università di Palermo dove si laureò nel 1896, con una tesi sull’embriologia dei Miriapodi.

Dopo alcuni anni trascorsi presso l’Istituto di Anatomia Comparata di Roma, al seguito di Giovanni Battista Grassi, nel 1902 approdò al Laboratorio di Entomologia agraria di Portici (all'epoca diretto da Antonio Berlese), dove è attualmente presente il Liceo Scientifico Statale intitolato alla sua persona. La sua successiva carriera si sviluppò all'interno di questa struttura, di cui successivamente divenne Direttore, portandola ai più alti livelli di notorietà mondiale. La raccolta di insetti dell'istituto, che comprende circa duemila specie raccolte da Silvestri in oltre mezzo secolo di attività è tuttora considerata tra le più importanti al mondo.

Silvestri è noto anche per avere introdotto, tra i primi in Italia, le sperimentazioni nel campo della Lotta biologica; ai suoi viaggi di ricerca si devono per esempio molte conoscenze sui nemici naturali della Mosca delle olive e della Mosca mediterranea della frutta. Fu lo stesso Silvestri a dare impulso al controllo biologico della Mosca della frutta nelle isole Hawaii utilizzando le specie del genere Opius.

Bevagna, sua città natale, gli ha inititolato la centrale piazza Filippo Silvestri[1]; sulla facciata del palazzo in cui è nato è presente inoltre una lapide in sua memoria[senza fonte]. Portici gli ha intitolato un Liceo Scientifico Statale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Google maps maps.google.com, consultato nell'aprile 2010

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 89436125 SBN: IT\ICCU\CFIV\114260

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie