Fernand Khnopff

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fernand Khnopff nel 1900

Fernand Edmond Jean Marie Khnopff (Grembergen, presso Dendermonde, 12 settembre 1858Bruxelles, 12 novembre 1921) è stato un pittore belga, appartenente al movimento del Simbolismo.

Fernand Khnopff nacque in una famiglia appartenente da generazioni alla più ricca borghesia belga. La sua famiglia aveva ascendenze austriache e portoghesi ma faceva parte da ormai due secoli dell'establishment, poiché molti dei suoi membri avevano esercitato importanti cariche pubbliche in veste di giudici, avvocati e funzionari statali. Cresciuto a Bruges studiò legge a Bruxelles. Lasciò velocemente la facoltà per iscriversi all'Académie royale des beaux-arts de Bruxelles; il suo principale insegnante fu Xavier Mellery. Durante un viaggio a Parigi nel 1877 fu grandemente influenzato da Delacroix e da Gustave Moreau. Fu affascinato anche dai Preraffaelliti e, in particolare, da Edward Burne-Jones. Nel 1883 fu uno dei fondatori del Groupe des XX. Ebbe legami amichevoli con letterati come Maurice Maeterlinck e Emile Verhaeren. Sebbene non fosse un uomo molto aperto e avesse una personalità piuttosto riservata, ebbe successo ed onori tanto da ricevere l'Ordine di Leopoldo. Sua sorella Marguerite fu uno dei suoi soggetti preferiti. Il suo dipinto più celebre è probabilmente La carezza a cui, fra l'altro, si ispira l'omonimo racconto breve di Greg Egan. Altro dipinto molto celebre è quello intitolato Chiudo la porta su me stessa (I lock the door upon myself), ispirato da una poesia omonima di Christina Georgiana Rossetti, sorella del pittore preraffaellita Dante Gabriel Rossetti. Questo dipinto ben illustra le peculiarità della pittura di Khnopff, in quanto sviluppa in pieno quel senso di sospensione, di claustrofobica chiusura su se stessi e di decadenza, tipico di Khnopff. Peculiare è anche la scelta della modella. Khnoppf infatti aveva una vera e propria passione per i capelli rossi, e per la mascella squadrata e prominente, tanto da dare alle sue modelle una apparenza androgina.

Alcune opere[modifica | modifica sorgente]

  • 1887 - Portrait de Marguerite Khnopff, Fondazione del re Baldovino, Musei reali di Belle arti del Belgio, Bruxelles.
  • 1891 - I lock my door upon myself
  • 1902 - Secret-reflet, pastello e matita. Museo Groeninge, Bruges.
  • 1896 - Des caresses, ou l'Art, ou le Sphinx, olio su tela. Musei reali di Belle arti del Belgio, Bruxelles.
  • 1883 - En écoutant du Schumann, olio su tela. Musei reali di Belle arti del Belgio, Bruxelles.
  • c.1904 - Bruges. Un portail, olio su tela. Clemens-Sels-Museum, Neuss.
  • 1887 - Portrait de Marie Monnom, olio su tela. Musée d'Orsay, Parigi.
  • 1898 - L'Encens, olio su tela. Musée d'Orsay, Parigi.
  • c.1893 - Portrait de Germaine Wiener, olio su pannello. Musei reali di Belle arti del Belgio, Bruxelles.
  • 1890 - Du Silence, pastello su carta. Musei reali di Belle arti del Belgio, Bruxelles.
  • 1889 - Memories, pastello su carta. Musei reali di belle arti del Belgio, Bruxelles.
  • 1913 - Orphée, matite a colori e pastello su carta. Comunità francese, in deposito al MAMAC, Liegi.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 41848482 LCCN: n80115717