Fermata (mezzi pubblici di superficie)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Fermata d'autobus" rimanda qui. Se stai cercando il film, vedi Fermata d'autobus (film).
Piccola fermata di autobus

La fermata è il punto dove i mezzi pubblici sostano per far salire e scendere i passeggeri. Spesso è segnalata attraverso un segnale stradale indicante le linee che vi transitano e gli orari previsti di passaggio. Le fermate più importanti sono completate dalla presenza di pensiline atte a ricoverare e proteggere dalle intemperie i passeggeri in attesa. Recentemente, nelle grandi città, grazie all'avvento dell'informatica è diventato di uso comune l'utilizzo di pannelli a display in grado di fornire informazioni aggiuntive come l'indicazione in tempo reale del tempo di attesa previsto prima del successivo passaggio.

Le fermate più importanti sono considerate ed indicate come obbligatorie per il mezzo pubblico, quelle meno frequentate recano l'indicazione a richiesta, pertanto è necessario richiamare l'attenzione del guidatore, sia con la prenotazione a bordo tramite apposito pulsante (per chi vuole scendere) che con gesti alla fermata (per chi vuole salire).

Autostazione

La moderna urbanistica studia con attenzione l'ubicazione delle fermate nel tessuto urbano, cercando di trovare il giusto compromesso tra le esigenze ed il numero dei passeggeri previsti, le necessità di velocità nel trasferimento e l'economicità della gestione dei mezzi pubblici. Gli studi più recenti hanno indicato che la distanza ottimale tra le fermate è mediamente di 400 m.[senza fonte]

Il capolinea è la fermata di testa della linea tranviaria o di autobus e quando diversi di essi convergono nello stesso luogo può essere costruita un'autostazione.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Trasporti