Federico Guglielmo di Hohenzollern-Hechingen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Federico Guglielmo di Hohenzollern-Hechingen
Federico Guglielmo di Hohenzollern-Hechingen
Federico Guglielmo di Hohenzollern-Hechingen in un ritratto d'epoca
Principe di Hohenzollern-Hechingen
Stemma
In carica 1671-1735
Predecessore Filippo
Successore Federico Luigi
Nascita Hechingen, 20 settembre 1663
Morte Hechingen, 14 novembre 1735
Dinastia Hohenzollern-Hechingen
Padre Filippo di Hohenzollern-Hechingen
Madre Maria Sidonia di Baden-Rodemachern
Coniugi Maria Leopoldina Ludovica di Sinzendorf
Massimiliana Maddalena di Lützau
Religione cattolicesimo

Federico Guglielmo di Hohenzollern-Hechingen (Hechingen, 20 settembre 1663Hechingen, 14 novembre 1735) è stato dal 1671 alla sua morte Principe di Hohenzollern-Hechingen.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Federico Guglielmo era il figlio primogenito di Filippo di Hohenzollern-Hechingen (1616-1671) e di sua moglie, Maria Sidonia di Baden-Rodemachern, figlia del margravio Ermanno Fortunato di Baden-Rodemachern. Ancora minorenne, succedette al padre come principe sotto la tutela però della madre. La sua prima istruzione la ricevette alla corte di Baden ove poi si specializzò laureandosi e proseguendo poi la propria istruzione militare a Vienna. Nel 1681, dopo dieci anni di reggenza, ottenne il pieno potere sul principato di Hohenzollern-Hechingen.

Federico Guglielmo prestò servizio presso l'Imperatore come Feldmaresciallo Luogotenente e divenne anche proprietario di un reggimento di corazzieri che portava il suo nome. Nel 1682 venne coinvolto nella soppressione delle rivolte in Ungheria e prese parte alla Battaglia di Slankamen nel 1692. Nello stesso anno l'Imperatore Leopoldo I gli rinnovò il titolo di principe per sé e per i propri eredi per i meriti militari acquisiti. Dopo ciò combatté nuovamente nella Battaglia di Blenheim e nuovamente fu presente in Ungheria con le armate imperiali.

Fu tra le altre cose uno dei primi principi tedeschi ad essere insignito dell'Ordine dell'Aquila Nera.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera

Matrimonio e figli[modifica | modifica sorgente]

Federico Guglielmo si sposò due volte. Il suo primo matrimonio venne celebrato il 22 gennaio 1687 a Vienna con Maria Leopoldina Ludovica di Sinzendorf (1666-1709), figlia del conte Georg Ludwig von Sinzendorf, dalla quale ebbe i seguenti figli:

  • Federico Luigi (1688 - 1750), principe di Hohenzollern-Hechingen
  • Luisa Ernestina Federica (1690 - 1720), sposò nel 1713 Franz Anton von Lamberg (1678-1759)
  • Carlotta (* / † 1692)
  • Cristina Eberardina Federica (1695-1754), badessa di Münsterbilsen
  • Sofia Giovanna Federica (1698-1754), badessa di Münsterbilsen
  • Federico Carlo (* / † 1697)

Dopo la morte della prima moglie, il 7 settembre 1710 a Hechingen, Federico Luigi si risposò con la baronessa Massimiliana Maddalena di Lützau (1690-1755), la quale venne elevata dall'imperatore Carlo VI al titolo di "contessa di Homburg". Da questo matrimonio nacquero due figli:

  • Eberardo Ermanno Federico (1711-1726), conte di Hohenzollern-Sigmaringen
  • Maria Massimiliana (1713-1743), nel 1741 sposò il conte Innozenz Künigl zu Ehrenburg (1714-1764)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • E. G. Johler: Geschichte, Land- und Ortskunde der souverainen teutschen Fürstenthümer Hohenzollern, Hechingen und Sigmaringen. 1824, S. 56 ff. (Digitalisat)
  • Gustav Schilling: Geschichte des Hauses Hohenzollern, in genealogisch fortlaufenden Biographien aller seiner Regenten von den ältesten bis auf die neuesten Zeiten, nach Urkunden und andern authentischen Quellen, F. Fleischer, 1843, S. 245 ff.
Predecessore Principe di Hohenzollern-Hechingen Successore Flag of Hohenzollern-Hechingen and Sigmaringen.png
Filippo 1671-1735
sino al 1681 con Maria Sidonia di Baden-Rodemachern
Federico Luigi

Controllo di autorità VIAF: 62370393

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie