Hechingen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hechingen
Città
Hechingen – Stemma
Hechingen – Veduta
Localizzazione
Stato Germania Germania
Land Flag of Baden-Württemberg.svg Baden-Württemberg
Distretto gov. Tubinga
Circondario Zollernalbkreis
Amministrazione
Sindaco Dorothea Bachmann
Territorio
Coordinate 48°21′N 8°58′E / 48.35°N 8.966667°E48.35; 8.966667 (Hechingen)Coordinate: 48°21′N 8°58′E / 48.35°N 8.966667°E48.35; 8.966667 (Hechingen)
Altitudine 528 m s.l.m.
Superficie 66,44 km²
Abitanti 19 089 (31-12-2010)
Densità 287,31 ab./km²
Comuni confinanti Bodelshausen (TÜ), Mössingen (TÜ), Burladingen, Jungingen, Albstadt, Bisingen, Grosselfingen, Rangendingen, Hirrlingen (TÜ)
Altre informazioni
Cod. postale 72375-72379
Prefisso 07471
Fuso orario UTC+1
Targa BL
Cartografia
Mappa di localizzazione: Germania
Hechingen
Hechingen – Mappa
Sito istituzionale

Hechingen, la Zollernstadt (la città sotto il Castello degli Hohenzollern), è una città del Baden-Württemberg in Germania a circa 60 km a sud di Stoccarda. Fino al 31 dicembre 1972 Hechingen era capoluogo dell'omonimo circondario rurale e forma oggi un centro medio per i comuni circostanti. Assieme ai confinanti comuni di Rangendingen e Jungingen forma una Comunità amministrativa.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Posizione[modifica | modifica wikitesto]

Hechingen si trova nella valle del torrente Starzel, un affluente del Neckar, nelle immediate vicinanze (4,5 km dal centro) del famoso Castello degli Hohenzollern.

Suddivisione amministrativa[modifica | modifica wikitesto]

Alla Città di Hechingen appartengono le frazioni di Boll, Schlatt, Bechtoldsweiler, Sickingen, Stein, Beuren, Weilheim e Stetten, che erano comuni autonomi fino alla Riforma territoriale degli anni settanta del XX secolo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Hechingen con il Castello degli Hohenzollern (Incisione del Merian, 1650 ca.)
Il Principato di Hohenzollern dopo il 1849

Hechingen viene menzionata per la prima volta nel 786 in un documento del Convento di San Gallo nell'odierna Svizzera. Il conferimento dello statuto di città avviene nel 1255. A partire dall'XI secolo, Hechingen appartiene ai conti di Zollern e dal 1360 alla Contea di Württemberg. Nel 1429 passa agli Hohenzollern e, dopo esser stata residenza dei principi di Hohenzollern-Hechingen, nel 1850, assieme a quest'ultimo, alla Prussia. Hechingen fu Oberamtsstadt (paragonabile ad un odierno capoluogo di circondario rurale) nel Distretto governativo prussiano di Sigmaringen.

Di particolare significato per la storia della città di Hechingen era il contributo della popolazione ebrea che incentivava soprattutto l'industrializzazione e animava la vita culturale. Durante il periodo del nazionalsocialismo, la popolazione ebrea venne deportata e uccisa (Riga-Kaiserwald, Ghetto di Izbica, Mauthausen, ecc.). La sinagoga della città, distrutta nel 1938 durante i Pogrom di novembre da parte delle SA locali e di Reutlingen, venne restaurata alla fine degli anni settanta e viene oggi utilizzata per fini culturali e per la cura della memoria della storia ebrea della città. Dal 21 marzo 2003 viene nuovamente utilizzata anche come tempio.

Politica[modifica | modifica wikitesto]

Consiglio comunale[modifica | modifica wikitesto]

Le elezioni comunali del 13 giugno 2004 hanno determinato la seguente suddivisione dei seggi:

  • CDU – 13 seggi
  • FWV – 10 seggi
  • SPD – 7 seggi
  • FDP – 2 seggi

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma di Hechingen mostra uno scudo inquartato d'argento (bianco) e nero.

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Hechingen è gemellata con:

Cultura e monumenti[modifica | modifica wikitesto]

Castello degli Hohenzollern
Chiesa abbaziale di San Giacomo
Chiesa di San Lucio

Hechingen è collocata sulla Hohenzollernstraße (Strada degli Hohenzollern).

Musei[modifica | modifica wikitesto]

  • Römisches Freilichtmuseum (Museo all'aperto della testimonianza romana) di Hechingen-Stein
  • Hohenzollerisches Landesmuseum (Museo regionale dello Hohenzollern) nel Castello Vecchio
  • Heimatmuseum (Museo locale) di Hechingen-Stetten

Edifici[modifica | modifica wikitesto]

Economia e infrastruttura[modifica | modifica wikitesto]

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Hechinge è collocata sulla Stradale federale n.27 (B27) che collega la città verso nord all'area metropolitana di Stoccarda e verso sud con Sciaffusa in Svizzera. Il trasporto pubblico viene effettuato da parte del Verkehrsverbund Neckar-Alb-Donau (Consorzio trasporti Neckar-Giura-Danubio).

Media[modifica | modifica wikitesto]

A Hechingen sono disponibili, con relativa edizione locale, i quotidiani Zollernalbkurier, Schwarzwälder Bote e Hohenzollerische Zeitung. È inoltre possibile ricevere via cavo il canale televisivo RTF.1.

Tribunali, uffici e istituzioni[modifica | modifica wikitesto]

Hechingen è sede di un Landgericht (Corte d'appello) a cui sono assoggettati gli Amtsgericht (tribunali) di Albstadt, Balingen, Hechingen e Sigmaringen. La città è anche sede del Decanato di Zollern nell'ambito dell'Arcidiocesi di Friburgo in Brisgovia.

Personaggi famosi[modifica | modifica wikitesto]

Figli e figlie della città[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi che hanno vissuto in città[modifica | modifica wikitesto]

  • Karoline Kaulla (1739-1809) di Bad Buchau fu hoffaktorin (incaricata degli affari finanziari a corte) a Hechingen. Più tardi si trasferì a Stoccarda. Finanziò la guerra dell'Impero tedesco contro Napoleone, rifornì le truppe imperiali e fondò sotto la protezione del suo principe territoriale, il Conte e più tardi Re del Württemberg, la prima banca del credito per il commercio e l'industria a Stoccarda. È sepolta nel cimitero ebraico di Hechingen nei pressi del Galgenberg.
  • Friedrich Wilhelm von Steuben fu maresciallo di corte del Principe Giuseppe Federico Guglielmo di Hohenzollern-Hechingen dal 1764 al 1776. Nel 1777 si trasferì negli Stati Uniti d'America per partecipare gloriosamente alla Guerra d'indipendenza.
  • Karl Widmaier, scrittore, scultore e compositore, insegnò dal 1918 al 1931 allo Staatliches Realreformgymnasium (liceo riformato statale) di Hechingen. Le figure carnevalesche del Butzen e del Pestmännle prendono la loro origine dal suo Narrenspiel der Stadt Hechingen (Gioco dei buffoni della Città di Hechingen) del 1927; la sua Canzone dello Zollern del 1929 viene cantata ancora oggi.
  • Il medico e scrittore Friedrich Wolf lavorò e visse per alcuni anni con la sua famiglia a Hechingen. I suoi due figli Markus e Konrad nacquero qui.
  • Klaus Kinkel, ministro degli esteri tedesco dal 1992 al 1998, conseguì la maturità presso il ginnasio statale di Hechingen.
  • Wolfgang Abendroth, uno dei più importanti scienziati marxisti della Germania occidentale, professore di Scienze politiche a Marburg, lavorò dal 1930 al 1931 come uditore al tribunale di Hechingen.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ gemellaggi dal sito ufficiale. URL consultato il 5 gennaio 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Otto Werner, Biographische Notizen, Hechingen, 2004. Vasta raccolta di materiale riguardante molte persone della città (attualmente disponibile soltanto nell'Archivio comunale di Hechingen).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Stemma del circondario Zollernalbkreis Città e comuni del circondario Zollernalbkreis Stemma del Baden-Württemberg

Città:   Albstadt · Balingen · Burladingen · Geislingen · Haigerloch · Hechingen · Meßstetten · Rosenfeld · Schömberg
Comuni:   Bisingen · Bitz · Dautmergen · Dormettingen · Dotternhausen · Grosselfingen · Hausen am Tann · Jungingen · Nusplingen · Obernheim · Rangendingen · Ratshausen · Straßberg · Weilen unter den Rinnen · Winterlingen · Zimmern unter der Burg

Germania Portale Germania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Germania