Ernesto Lecuona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ernesto Lecuona y Casado

Ernesto Lecuona y Casado (Guanabacoa, 6 agosto 1895Santa Cruz de Tenerife, 23 novembre 1963) è stato un pianista e compositore cubano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

A volte chiamato il "Fryderyk Chopin di Cuba" oppure il "Liszt di Cuba," e anche Il "Gershwin cubano". Lecuona scrisse più di seicento canzoni - di cui la prima a 11 anni - amate nel mondo intero, come Malagueña (1927), Andalucía (La Brisa y Yo) (1929), Siboney (1929) inserita evocativamente anche nel film di Fellini "Amarcord" , Maria La O (1930) grande successo di Alberto Rabagliati che nel 1934 fece parte dell'orchestra "Lecuona Cuban Boys Band", fondata dallo stesso Lecuona, Karabali (1933), Siempre en mi Corazon (1942), e moltissime altre.

Una sua lontana cugina, Margarita Lecuona (1910-1981) è stata una cantante e compositrice di più di trecento canzoni, tra le quali le famose Tabu e Babalu, entrambe del 1941.

Ernesto Lecuona nel 1960, con l'ascesa al potere di Fidel Castro, lasciò Cuba, senza farvi mai ritorno. Si trasferì a Tampa, Florida. Mentre si trovava in visita alla tomba del padre nelle Isole Canarie, vi morì per un attacco di asma, malattia che lo aveva perseguitato tutta la vita. Lecuona è sepolto nel Gate of Heaven Cemetery, Hawthorne, Westchester County, New York, USA.

Premi e Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Il suo nome è stato inserito nella Songwriters Hall of Fame

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Ernesto Lecuona: the Genius and his Music, José Manuel Castellano Gil e José Fernández Fernández, trans. in inglese da Rafael A. Lecuona.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 56796772 LCCN: n83005088