Erasmusbrug

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Erasmusbrug
Erasmusbrug and Noordereiland.jpg
Stato Paesi Bassi Paesi Bassi
Città Rotterdam
Attraversa
Coordinate 51°54′33″N 4°29′12″E / 51.909167°N 4.486667°E51.909167; 4.486667Coordinate: 51°54′33″N 4°29′12″E / 51.909167°N 4.486667°E51.909167; 4.486667
Mappa di localizzazione: Paesi Bassi
Tipo ponte basculante
Materiale acciaio
Lunghezza 802 m
Altezza 139 m
Progettista Ben van Berkel
Costruzione 1989/1990-1996
 
Rotterdam (Paesi Bassi): l'Erasmusbrug
Immagine in notturna dell'Erasmusbrug

L'Erasmusbrug ("Ponte Erasmo"; pron.: /erazmøzbrøx/) è un celebre ponte sul fiume Mosa, e più precisamente sulla Nuova Mosa (Nieuwe Maas), della città di Rotterdam, nei Paesi Bassi, costruito tra il 1989[1]/1990[2] e il 1996[1][2][3][3][4][5][6][7] su progetto di Ben van Berkel[1][3][4][5][6][7]. Collega il centro storico cittadino con il nuovo quartiere di Kop van Zuid.[1][3][5] vecchia zona portuale dismessa che per il numero di opere contemporanee presenti, firmate da architetti di fama internazionale, ha portato a Rotterdam il titolo di Città dell'Architettura 2007.

Soprannominato - per la sua forma - "De Zwaan", ovvero "Il Cigno"[6][7], è considerato uno dei simboli della città[3][5].

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di un ponte basculante[4] e di un ponte strallato[4].

Il ponte, realizzato in acciaio[4], misura 802[3][4] o 808[1] metri in lunghezza, raggiunge un'altezza massima di139 metri[1][3][4][7] e pesa 6.800 tonnellate[3][4].
Suo caratteristica che balza immediatamente agli occhi è il grande pilone inclinato che lo sorregge.[5]

Sotto il ponte si trova anche un parcheggio che dispone di 340 posti-auto.[5]

Particolare dell'Erasmusbrug
Altro particolare dell'Erasmusbrug

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La costruzione del ponte iniziò nel 1989[1]/1990[2]: i lavori di costruzione furono affidati a Ben van Berkel, architetto della UN Studio[1][3][4][5][6][7], il cui progetto superò quello di un ponte a 4 piloni realizzato dall'architetto del comune Marten Stuijs[1].

La costruzione costò 400 milioni di fiorini, pari a circa 181 milioni di euro.[7]

Il ponte fu inaugurato il 4 settembre 1996 alla presenza della regina Beatrice.[6][7]

Dopo l'inaugurazione la struttura palesò dei problemi di oscillazione, per cui si rese necessaria l'installazione di nuove valvole aggiuntive.[3]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Secondo un sondaggio fatto tra i cittadini di Rotterdam, il 75% degli intervistati riteneva che il progettista del ponte fosse Erasmo da Rotterdam.[8]
  • Uno degli aspetti spettacolari del ponte è la resa cromatica. Di giorno il ponte si mimetizza con il colore del cielo, mentre di notte, il pilone e i cavi di sospensione illuminati da un colore bianco candido e brillante esaltano tutta l'eleganza della struttura

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i Architectuur.org: Erasmusbrug
  2. ^ a b c http://ita.archinform.net/projekte/5854.htm
  3. ^ a b c d e f g h i j Architectenweb-Archipedia: Erasmusbrug
  4. ^ a b c d e f g h i Structurae: Erasmsu-Brücke
  5. ^ a b c d e f g Top 010.nl: Erasmusbrug
  6. ^ a b c d e Globe Navigation: Erasmusbrug
  7. ^ a b c d e f g Holland.com: Ponte Erasmus
  8. ^ Erasmus was de architect van de Erasmusbrug, in: Vrijspreker, Vrijdag, 31 Oktober 2008

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]