Enrichetta Amalia di Anhalt-Dessau

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Principato di Anhalt-Dessau
Ascania
Blason Duché d'Anhalt.svg

Giovanni Giorgio I
Giovanni Casimiro
Giovanni Giorgio II
Leopoldo
Leopoldo II
Leopoldo III
Leopoldo IV
Modifica
Enrichetta Amalia di Anhalt-Dessau, Reggente di Nassau-Dietz

Enrichetta Amalia di Anhalt-Dessau (Kleve, 26 agosto 1666Oranienstein, 18 aprile 1726) fu una nobile dell'Anhalt-Dessau.

Era figlia di Giovanni Giorgio II di Anhalt-Dessau, duca di Anhalt-Dessau dal 1660 al 1693, e di Enrichetta Caterina d'Orange.

Venne data in sposa a Enrico Casimiro II di Nassau-Dietz, principe di Nassau-Dietz dal 1664, figlio di Guglielmo Federico di Nassau-Dietz e di Albertina Agnese d'Orange. Il matrimonio venne celebrato a Dessau il 26 novembre 1683[1].

Enrichetta Amalia di Anhalt-Dessau

Enrichetta Maria diede alla luce nove figli[2]:

Rimase vedova il 25 marzo 1696 e succedette a Enrico Casimiro loro figlio di nove anni Giovanni Guglielmo. Reggente per lui fu Enrichetta Amalia che governò il principato dal 1696 al 1708, amministrando la Frisia, Groninga e Drenthe. La Reggente ereditò importanti dipinti olandesi dalla madre. Nel 1710, Enrichetta Caterina le donò l'opera "Le Très Noble Ordre de la Fidélité". Alla nascita della sua seconda figlia Enrichetta Amalia si avvalse l'aiuto di Justine Siegemundin, celebre ostetrica tedesca dell'epoca. Morì nel Castello di Oranienstein, sulla cui forma ella influì molto, facendogli conferire un'impronta barocca tra il 1704 ed 1709, ad opera dell'architetto Daniel Marot.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ascania 6
  2. ^ Nassau 11

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie