Egretta intermedia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Garzetta intermedia
Intermediateegret.jpg
Egretta intermedia
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Pelecaniformes
Famiglia Ardeidae
Genere Egretta
Specie E. intermedia
Nomenclatura binomiale
Egretta intermedia
(Wagler, 1829)
Sinonimi

Ardea intermedia
Mesophoyx intermedia

La garzetta intermedia (Egretta intermedia (Wagler, 1829)) è un uccello della famiglia degli Ardeidi.[2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Come si può intuire dal nome, questa specie presenta dimensioni intermedie tra quelle dell'airone bianco maggiore e delle più piccole garzette bianche, come la garzetta comune e l'airone guardabuoi, sebbene siano più vicine a quelle di queste ultime. Alta 90 cm, presenta un piumaggio completamente bianco, zampe quasi sempre scure ed un sottile becco giallo. Durante la stagione degli amori gli uccelli sviluppano una colorazione rossastra o nera sul becco, zone di pelle nuda giallo verdastra ai lati del becco, sottili piume filamentose sul petto e sul dorso e una colorazione giallo sporca o rosa (a seconda dell'areale) sulla parte alta delle zampe. I sessi sono simili.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

La garzetta intermedia attende metodicamente le sue prede nelle acque poco profonde, sia costiere che di acqua dolce, e nei campi allagati. Si nutre di pesci, rane, crostacei e insetti.

Spesso nidifica in colonie miste con altre specie di aironi, costruendo un nido di ramoscelli sugli alberi o tra gli arbusti. A seconda delle regioni depone da due a cinque uova.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

È diffusa in una vastissima area che dall'Africa orientale si spinge, attraverso le regioni tropicali dell'Asia meridionale, fino all'Australia.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2009, Egretta intermedia in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Ardeidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 6 maggio 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Grewal, Bikram; Bill Harvey and Otto Pfister (2002). Photographic guide to birds of India. Periplus editions.
  • Birds of The Gambia by Barlow, Wacher and Disley, ISBN 1-873403-32-1
  • Birds of India by Grimmett, Inskipp and Inskipp, ISBN 0-691-04910-6

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]