Edinburgh of the Seven Seas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Edinburgh of the Seven Seas
distretto
Localizzazione
Stato Regno Unito Regno Unito
   Sant'Elena Sant'Elena
Territorio
Coordinate 37°04′02.2″S 12°18′36″W / 37.067278°S 12.31°W-37.067278; -12.31 (Edinburgh of the Seven Seas)Coordinate: 37°04′02.2″S 12°18′36″W / 37.067278°S 12.31°W-37.067278; -12.31 (Edinburgh of the Seven Seas)
Abitanti
Altre informazioni
Fuso orario UTC+0
Cartografia

Edinburgh of the Seven Seas – Localizzazione

Edinburgh of the Seven Seas è il principale insediamento dell'isola di Tristan da Cunha, uno dei territori d'oltremare del Regno Unito che si trova nell'Oceano Atlantico meridionale, dipendente sotto il profilo amministrativo dall'isola di Sant'Elena. Ha preso questo nome in onore del principe Alfredo di Sassonia-Coburgo-Gotha, duca di Edimburgo, che nel 1867 visitò l'isola. Gli abitanti però si riferiscono ad essa con il nome di The Settlement (in italiano l'insediamento, il paese).

Il primo insediamento a Tristan fu fondato nel 1815 dopo l'annessione da parte del Regno Unito. Sull'isola venne mantenuta una guarnigione militare che doveva vigilare contro eventuali tentativi francesi di soccorrere Napoleone, prigioniero a Sant'Elena. La guarnigione rimase fino al termine della seconda guerra mondiale.

Edinburgh è l'unico centro abitato dell'arcipelago, e comprende un piccolo porto, la residenza dell'Amministratore e l'ufficio postale. Nel 1961 è stata danneggiata da un'eruzione vulcanica, che costrinse l'intera popolazione ad abbandonare l'isola e a trasferirsi a Southampton, in Inghilterra.

Dopo il ritorno degli isolani, nel 1963, il paese è stato ricostruito. Attualmente gli abitanti sono 271, e sono cittadini inglesi, anche se di origine diversa, comprese due famiglie italiane giunte nel 1892 come ultimi residenti abituali.

Edinburgh of the Seven Seas è considerato uno dei più remoti ed isolati insediamenti umani del mondo, dato che si trova a più di 2.415 km dall'abitato più vicino, ovvero l'isola di sant'Elena: per questo motivo è anche citato nel Guinness dei primati.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]