Drosophila appendiculata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Drosophila appendiculata
Immagine di Drosophila appendiculata mancante
Classificazione filogenetica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Panorpoidea
Ordine Diptera
Sottordine Brachycera
Coorte Cyclorrhapha
Sezione Schizophora
Sottosezione Acalyptratae
Superfamiglia Ephydroidea
Famiglia Drosophilidae
Sottofamiglia Drosophilinae
Tribù Drosophilini
Sottotribù Drosophilina
Infratribù Drosophiliti
Genere Drosophila
Sottogenere Chusqueophila
Brncic, 1957
Specie D. appendiculata
Nomenclatura binomiale
Drosophila appendiculata
Malloch, 1934
Area di diffusione di Drosophila appendiculata

Drosophila appendiculata Malloch, 1934, è un insetto del genere Drosophila (Diptera: Drosophilidae) endemico Cile. Rappresenta l'unica specie del sottogenere Drosophila (Chusqueophila) Brncic, 1957.

Il sottogenere[modifica | modifica sorgente]

Il sottogenere Drosophila (Chusqueophila) fu descritto da Brncic per comprendervi le drosofile che non presentano caratteri definiti per gli altri sottogeneri, allora nove. L'elemento morfologico più significativo che contraddistingue Chusqueophila dagli altri sottogeneri consiste nella presenza di tre false vene trasversali associate alla media e comprese fra questa e la cubito. Sia le vene spurie sia la medio-cubitale sia la radio-mediale sono evidenziate da una marcata pigmentazione fumosa.

Altri caratteri diagnostici consistono nell'assenza di setole prescutellari, nelle uova provviste di quattro grandi filamenti e di una superficie cosparsa di minute protuberanze spinose e nella spermateca membranosa.

Sotto l'aspetto filogenetico, Chusqueophila sarebbe strettamente correlato al sottogenere Drosophila (Drosophila)[1]

La specie[modifica | modifica sorgente]

D. appendiculata, unica specie descritta per questo sottogenere, comprende moscerini di grandi dimensioni, con livrea giallastra e zampe giallo-grigiastre. Di questa specie sono stati raccolti esemplari, descritti da Malloch, in varie stazioni del Cile centrale, nella Regione di Los Lagos (isola di Chiloé, Provincia di Osorno e Provincia di Llanquihue).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Brncic (1957), op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]