Diocesi di Tolemaide di Libia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tolemaide di Libia
Sede vescovile titolare
Dioecesis Ptolemaidensis in Libya
Chiesa latina
Sede titolare di Tolemaide di Libia
Rovine di Tolemaide
Vescovo titolare Cyril Vasiľ, S.J.
Istituita XIX secolo
Stato Libia
Diocesi soppressa di Tolemaide di Libia
Eretta  ?
Soppressa  ?
Dati dall'annuario pontificio
Lista delle sedi titolari della Chiesa cattolica

La diocesi di Tolemaide di Libia (in latino: Dioecesis Ptolemaidensis in Libya) è una sede soppressa e sede titolare della Chiesa cattolica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Tolemaide di Libia, le cui rovine si trovano nei pressi della città libica di Tolmeita, è un'antica sede episcopale della provincia romana della Libia Pentapolitana (Cirenaica).

La città, che conobbe il cristianesimo fin dai suoi albori, fu la patria del sacerdote Ario, fondatore del movimento le cui dottrine religiose furono condannate come eretiche nel primo Concilio di Nicea.

L'ultimo vescovo di Tolemaide menzionato dalle fonti è Gabriele (VI secolo) che si firma Gabrielis Pentapolis archiepiscopi.

Oggi Tolemaide di Libia sopravvive come sede vescovile titolare; l'attuale arcivescovo titolare è Cyril Vasiľ, segretario della Congregazione per le Chiese Orientali.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Basilide † (menzionato nel 260 circa)
  • San Teodoro †
    • Secondo † (prima del 321 - 325 deposto) (vescovo ariano)
    • Stefano † (? Successo - circa 360 deposto) (vescovo ariano)
    • Siderio † (amministratore apostolico)
  • Sinesio di Cirene † (circa 407 - 413 deceduto)
  • Evopzio † (menzionato nel 431)
  • Giorgio† (menzionato nel 553)
  • Gabriele †

Cronotassi dei vescovi titolari[modifica | modifica wikitesto]

I vescovi di Tolemaide di Libia appaiono confusi con i vescovi di Tolemaide di Tebaide, perché nelle fonti citate le cronotassi delle due sedi non sono distinte.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi