Democratici Progressisti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I Democratici Progressisti (in inglese: Progressive Democrats; in gaelico: Dan Pairtí Daonlathach, PD) erano un partito politico attivo in Irlanda dal 1985 al 2009.

Il soggetto si presentava d'ispirazione liberista; era membro del Partito Europeo dei Liberali, Democratici e Riformatori e dell'Internazionale Liberale.

Fondato da Desmond O'Malley, già ministro per il Fianna Fàil, il partito raccolse intorno a sé esponenti del FF e del Fine Gael, convinti della necessità di assicurare al paese una politica più liberale.

Il partito debuttò alle elezioni generali del 1987, in cui ottenne l'11,9% dei voti divenendo il terzo partito irlandese. I Democratici Progressisti si presentarono alle successive tornate elettorali del 1989, 1992, 1997, 2002 e 2007, mostrando un consenso del 5% circa.

Nel 1989 entrarono a far parte di un governo guidato dal Fianna Fáil. Nel 1992 O'Malley si dimise da leader del partito e venne sostituito da Mary Harney, in origine affiliata al FF. Sempre con il FF sono stati al governo anche dal 1997 al 2002 al 2006.

Il calo si è fatto ancora èiù evidente nel 2007 quando il partito è sceso al 2,7% ed ha eletto solo 2 deputati, contro gli 8 uscenti. Ciò nonostante i democratici progressisti sono rimasti al governo insieme al Fianna Fail, anche se il primo ministro Bertie Ahern (FF) è stato costretto ad allargare la maggioranza anche ai Verdi. Nel novembre 2008 i DP hanno deciso di sciogliere il partito.