David Rosen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
David Rosen nel 2009

David Rosen (Newbury, Berkshire, England, 1951) è un rabbino britannico naturalizzato israeliano.

È figlio del rabbino ed educatore inglese Kopul Rosen.[1]

Nato ed educato in Gran Bretagna,[1] studiò in una yeshivah di Gerusalemme e si arruolò nell'esercito israeliano.[2] È stato rabbino a Città del Capo dal 1975 al 1979.[1]

Prima di tornare in Israele, è stato rabbino capo in Irlanda. Attualmente è direttore della sezione israeliana dell'Anti-Defamation League, un'associazione che si oppone ai razzismi. Noto per il suo impegno nel dialogo interreligioso, è presidente dell'International Council of Christians and Jews (Iccj) e membro della commissione bilaterale fra Israele e Vaticano. Il suo ufficio è nella King David Street di Gerusalemme.[3]

È inoltre presidente della Società ebraica vegetariana.[4] È sposato e ha tre figlie.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Gideon Shimoni, Community and Conscience: The Jews in Apartheid South Africa, UPNE, 2003, p. 142.
  2. ^ a b Anton La Guardia, Terra Santa, guerra profana, Fazi Editore, Roma, 2002, p. 41. ISBN 88-8112-339-8
  3. ^ Michele Zanzucchi, I santuari sulle rocce, Città Nuova, Roma, 2000, pp. 117 sgg. ISBN 88-311-5092-8
  4. ^ Lorenzo Guadagnucci, Restiamo animali, Terre di mezzo, Milano, 2012, p. 220. ISBN 978-88-6189-224-8

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 73280128 LCCN: n2006039759