Curva spaziotemporale chiusa di tipo tempo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In fisica teorica, una curva spaziotemporale chiusa di tipo tempo (in inglese Closed Timelike Curves, CTC) è una linea di universo chiusa, che implica quindi che l'oggetto che essa rappresenta, continuando a viaggiare nel futuro torna, sia nello spazio che nel tempo, al punto da cui è cominciata la linea di universo stessa (viaggiando, quindi, a ritroso nel tempo).

Esistono metriche, soluzioni delle equazioni di Einstein della relatività generale, che permettono la presenza di tali linee. La scoperta di queste soluzioni è dovuta a Kurt Gödel nel 1949 [1]. Dopo aver letto i risultati dell'amico matematico, Einstein confessò che il problema di uno spazio-tempo che permettesse curve temporali chiuse lo aveva preoccupato già all'epoca in cui stava elaborando la teoria della relatività generale, senza peraltro essere riuscito a chiarirlo.[2]

Altre soluzioni furono in seguito proposte (cilindri rotanti, buchi neri rotanti, wormholes...), ma non è ancora chiaro se le condizioni imposte siano fisicamente accettabili. La reale esistenza di CTC implicherebbe la possibilità di violazioni del principio di causalità.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ vedi l'articolo An Example of a New Type of Cosmological Solutions of Einstein's Field Equations of Gravitation, Rev. Mod. Phys. 21, 447-450 (1949) di Kurt Gödel [1] DOI: 10.1103/RevModPhys.21.447
  2. ^ da: Albert Einstein, Autobiografia scientifica

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

relatività Portale Relatività: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di relatività