Controversia sul 10 agora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il disegno della moneta israeliana da 10 agora è stato oggetto di una breve controversia. Nel corso di una conferenza stampa organizzata dal presidente dell'Organizzazione per la Liberazione della Palestina, Yasser Arafat, a Ginevra il 31 dicembre 1988, egli sostenne che il disegno sul rovescio di questa moneta comprende una mappa del "Grande Israele" che "va dal Mediterraneo alla Mesopotamia, dal Mar Rosso all'Eufrate", riflettendo così l'espansionismo sionista.

La Bank of Israel smentì tale affermazione, affermando che il disegno del 10 agora era stato scelto per il suo valore storico, ed "era stato concepito prendendo strettamente a modello una moneta emessa nel 3740 a.C. da Antigone II, l'ultimo re degli Asmonei".[1]

Il disegno, di Nathan Karp, apparve la prima volta sulla moneta da 100 vecchi sicli emessa dalla Bank of Israel il 2 maggio 1984.[2] Quando il vecchio siclo fu sostituito dal nuovo siclo nel settembre 1985, il disegno fu copiato alla nuova moneta da 10 agora, che era di valore uguale a quella da 100 vecchi sicli. Questo disegno fu anche adottato come simbolo della Bank of Israel.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 10 agorot coin, Bank of Israel. URL consultato il 30 ottobre 2009.
  2. ^ (EN) New Agora and Sheqel Series - 100 Sheqalim in Banknotes and Coins Catalog, Bank of Israel. URL consultato il 30 ottobre 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Israele Portale Israele: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Israele