Codice Bruce

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Codice Bruce o Codex Brucianus è un codice manoscritto papiraceo conservato al British Museum e contenente alcuni testi gnostici in lingua copta.

Il codice prende il nome da James Bruce, che lo acquistò nel 1796 a Tebe, in alto Egitto, e fu acquistato nel 1842 dal British Museum, ed è conservato dal 1848 alla Biblioteca Bodleiana (manoscritto "Bruce 96"). È composto da sessantacinque fogli di papiro, molti dei quali danneggiati, ottenuti piegando il papiro in quattro e rilegandolo. Il carattere è un onciale vergato in modo chiaro.

Contiene i due Libri di Jeu e tre frammenti: un testo senza titolo, un inno anch'esso anonimo e il testo "Passaggio dell'anima attraverso gli arconti di centro".

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • James Bruce, Travels to discover the source of the Nile. 5 volumi, circa 1790. [CUL Rare books D.26.54-].
  • G. Robbins, A catalogue of a valuable collection of Oriental literature collected by James Bruce of Kinnaird. (1843). [CUL Rare books 889.b.14].
  • F. Lamplugh, The gnosis of the light: a translation of the untitled apocalypse contained in the Codex Brucianus with introduction and notes by Rev. F. Lamplugh. (1918)
  • Charlotte Augusta Baynes, A Coptic gnostic treatise contained in the Codex Brucianus <Bruce ms. 96. Bod. lib. Oxford> : A translation from the Coptic transcript and commentary by Charlotte A. Baynes. Cambridge, Cambridge University Press, (1933).

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]