Cleocrito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Cleocrito (in greco antico Κλεόκριτος, traslitterato in Kleòkritos; Atene, metà del V secolo a.C. – dopo il 403 a.C.) è stato un religioso ateniese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Cleocrito, araldo dei Misteri eleusini famoso per la bellezza della sua voce, fu uno dei democratici che tornarono ad Atene con Trasibulo; dopo la battaglia di Munichia (404 a.C.), si recò ad Atene per arringare i cittadini che avevano sostenuto i Trenta tiranni, esortandoli a porre fine agli orrori della guerra civile.[1] Il passo più famoso è:

« La guerra civile, la più vergognosa, la più dura, la più empia, la più invisa agli dei e agli uomini. »

Aristofane, ne Le rane, scherza su di lui dicendo che era tanto corpulento quanto la sua voce era potente.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Senofonte, op. cit., II, 4, 20-22.
  2. ^ Aristofane, Le rane, 1433.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Fonti primarie
Fonti secondarie

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]