Choeung Ek Memorial

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 11°29′03.82″N 104°54′07.17″E / 11.484394°N 104.901992°E11.484394; 104.901992

Stupa di Choeung Ek.
Cerca il luogo su GeoHack
Latitudine: 11° 29′ 3′′ N
Longitudine: 104° 54′ 7′′ E

Choeung Ek, sito di un ex-frutteto e cimitero cinese a circa 15 km a sud di Phnom Penh in Cambogia, è il più noto dei luoghi noti come "Campi della Morte", o "Killing Fields", in cui il regime dei Khmer Rossi giustiziò migliaia di persone tra il 1975 e il 1979.

Il campo[modifica | modifica sorgente]

All'epoca il campo era situato vicino ai dormitori riservati ai consiglieri economici cinesi, ed era equipaggiato con luce elettrica (cosa rara in quel periodo), per permettere anche le esecuzioni notturne. 86 fosse comuni contenenti 8.985 corpi sono state scoperte a Choeung Ek dopo la caduta del regime dei Khmer Rossi. Altre 43 attendono di essere portate alla luce. Si presume che in totale ce ne possano essere fino a 10.000. Molti tra i morti erano i 17.000 ex-prigionieri della prigione di Tuol Sleng. Da lì venivano spediti su camion a Choeung Ek, venivano costretti a scavare da soli la propria fossa e poi venivano uccisi a bastonate o a coltellate (i neonati spesso venivano soppressi sbattendoli violentemente contro gli alberi o infilzandoli con le baionette davanti alle loro madri) da guardie dei Khmer Rossi che in molti casi non avevano più di tredici anni. Il tutto avveniva dopo un meticoloso controllo operato dall'addetto alle liste dei condannati, Suos Thi (alcuni di questi elenchi di nomi ci sono pervenuti intatti).

Vann Nath, uno dei pochi superstiti di Tuol Sleng, ha immortalato in alcuni ritratti gli eventi di Choeung Ek.

Oggi, Choeung Ek è un monumento alla memoria, contraddistinto da una stupa buddhista. La stupa ha le pareti in plexiglas ed è occupata da più di 5.000 teschi umani. Alcuni dei livelli inferiori sono aperti al pubblico in modo tale che i crani possano essere visti direttamente. Molti sono stati lesionati o sfondati.

I turisti vengono incoraggiati dall'attuale governo cambogiano a visitare Choeung Ek. Oltre alla stupa, sono presenti fosse da cui sono stati esumati i corpi. Ossa umane ricoprono ancora il luogo.

Il 9 maggio di ogni anno si commemora a Choeung Ek il "Giorno del Genocidio",

Il 3 maggio del 2005 il Municipio di Phnom Penh ha annunciato di aver stretto un accordo trentennale con la JC Royal Corporation per sviluppare il monumento a Choeung Ek. Come parte dell'accordo questa non deve scompaginare le spoglie ancora presenti nel campo.

Il film Urla del silenzio comprende un ritratto sceneggiato degli eventi che sono avvenuti a Choeung Ek.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Riferimenti[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]