Charles Anthony Caruso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Charles Anthony Caruso

Charles Anthony Caruso (New Orleans, 15 luglio 1929Tampa, 15 febbraio 2012) è stato un tenore statunitense, di origine italiana. Specializzato in ruoli di comprimario, detiene il record di maggior presenze (2.928) al Metropolitan Theatre di New York, dal 1954 al 2010.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Calogero Antonio Caruso nasce il 15 luglio 1929 a New Orleans, figlio di immigrati italiani dalla Sicilia. Studia musica alla Loyola University di New Orleans con Dorothy Hulse. Debutta sulle scene già nel 1947 a New Orleans, diplomandosi quindi nel 1951. Nel frattempo il suo nome era stato anglicizzato in Charles Anthony Caruso.

Nel 1952, quando raggiunse le semifinali nelle audizioni del Metropolitan per giovani cantanti promettenti, il direttore generale del teatro Rudolf Bing, gli fece presente che dopo Enrico Caruso non ci poteva essere posto al Metropolitan per un altro Caruso.[1]

Da allora fu conosciuto semplicemente sulle scene come Charles Anthony. Il suo debutto al Metropolitan il 6 marzo 1954 in una piccola parte nel Boris Godunov fu così positivo che da allora Charles Anthony divenne una presenza fissa al Metropolitan come uno dei comprimari più rispettati ed affidabili. Dal 1954 al suo ritiro nel 2010, ha cantato ben 2.928 volte al Metropolitan per ben 56 stagioni, più di ogni altro cantante nella storia del teatro.[2] Per oltre cinquant'anni, Caruso ha partecipato praticamente a tutte le serate più memorabili dell'Ente, al debutto di famosi cantanti, alla prima di celebrati allestimenti; è stato coinvolto nelle riprese televisive e nelle incisioni discografiche di numerosi spettacoli. Il 17 febbraio 1992 una speciale cerimonia segnò il superamento del record di presenze al Metropolitan e un'altra cerimonia avvenne il 6 marzo 2004 in occasione del 50º anniversario del suo debutto al teatro.

Muore il 15 febbraio 2012, due anni dopo il suo ritiro dalle scene.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ New York Times Obituary
  2. ^ Metropolitan Archives: Performers Report

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • H.Rosenthal e J.Warrack - Dizionario dell'opera lirica - Vallecchi Tascabili TV63
  • D.Hamilton The Metropolitan Opera Encyclopedia, Simon & Schuster 1987

Controllo di autorità VIAF: 118387188 LCCN: no95026997