Chaetodon semilarvatus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pesce farfalla mascherato
Chaetodon semilarvatus by Konstanze Löwe.JPG
Chaetodon semilarvatus
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Famiglia Chaetodontidae
Genere Chaetodon
Specie C. semilarvatus
Nomenclatura binomiale
Chaetodon semilarvatus
Cuvier, 1831
Sinonimi

Chaetodon melanopoma

Il pesce farfalla mascherato (Chaetodon semilarvatus Cuvier, 1831) è un pesce d'acqua salata appartenente alla famiglia Chaetodontidae[2].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È una specie di pesce farfalla endemica del Mar Rosso e del Golfo di Aden. Vive in prossimità delle formazioni madreporiche, in acque con temperatura tra i 24 e i 28 °C, prediligendo fondali poco profondi e le piattaforme coralline. Si incontra fino a 20 m di profondità.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Presenta corpo fortemente compresso ai fianchi. Il muso è allungato. La pinna dorsale copre tutto il dorso.

La livrea è di colore giallo vivo con 14 bande scure verticali. Le pinne dorsale, anale e caudale sono anch'esse gialle e bordate di nero. La specie è caratterizzata da una macchia azzurra che si estende dagli occhi alla gola.
Può raggiungere i 23 cm di lunghezza[3].

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Vive in coppia o in piccoli gruppi. Specie territoriale, è assai comune incontrarla nelle zone ricche di coralli; predilige i coralli del genere Acropora. Ha abitudini notturne e durante il giorno trova protezione tra le grandi formazioni di corallo.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre essenzialmente di microfauna recifale e altri invertebrati.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Myers, R. & Pratchett, M. 2010, Chaetodon semilarvatus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Chaetodon semilarvatus in WoRMS 2014 (World Register of Marine Species). URL consultato il 22 ottobre 2014.
  3. ^ (EN) Chaetodon semilarvatus in FishBase. URL consultato il 23 ottobre 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Helmut Debelius, Mar Rosso, Guida alla Fauna Corallina, Milano, Primaris, 1999, ISBN 9788885029507.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]