Case (hardware)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La cassa del computer, meglio nota come case[1] (in inglese computer case o computer chassis[2]), è il telaio all'interno del quale sono installati tutti i principali componenti hardware di un elaboratore: scheda madre, eventuali altre schede elettroniche (scheda video, scheda CPU, scheda audio, scheda di rete, scheda di memoria ecc.), drive (floppy disk drive, hard disk, lettore CD, masterizzatore, ecc.) e alimentatore. Esterni al case restano le periferiche esterne (monitor, tastiera, mouse, joystick, trackball, stampante, modem, ecc.).

Normalmente il case è in lamiera metallica, di solito SECC (dall'inglese "Steel, Electrogalvanized, Cold rolled, Coil", un tipo di acciaio apprezzato per il basso costo e l'elevata conducibilità termica), oppure in alluminio, rame ma può anche essere in plastica o in legno.

Dimensioni e forma[modifica | modifica sorgente]

La forma e la dimensione possono differire sensibilmente da un produttore all'altro, ma strutturalmente sono simili, dovendo adattarsi a degli standard preposti: (ATX è il formato attualmente più utilizzato dagli assemblatori di computer desktop).

I case predisposti per accogliere una scheda madre di tipo ATX possono avere forme diverse e per convenzione vengono distinti tra:

  • desktop (orizzontali, pensati per essere posizionati sopra la scrivania);
  • tower (verticali, pensati per essere posizionati sotto la scrivania)[3], suddivisibili in:
    • micro tower;
    • mini tower;
    • middle tower (chiamati anche midi tower o mid tower);
    • full tower.

La dimensione dei case aumenta in relazione al progressivo aumento della espandibilità dell'hardware, pur non esistendo una precisa categorizzazione. L'altezza nei micro tower varia tra i 33 e 36 cm (tipicamente 35 cm), nei mini tower tra i 36 e 40 cm (tipicamente 39 cm) e nei mid tower tra i 40 e 46 cm (tipicamente 43 cm), mentre i full tower a partire da circa 56 cm possono raggiungere anche altezze ragguardevoli (oltre 70 cm).
Versioni con dimensioni maggiori sono solitamente utilizzate per i server, per i quali, in brevi periodi, può essere necessario un ampliamento e potenziamento dell'hardware. Quando sono previste condizioni di lavoro gravose ed è richiesta altissima affidabilità (pensiamo ad una stanza con molte decine di server che lavorano costantemente), viene preferito al case un altro tipo di telaio, adottato da decenni in campo elettronico: il rack, concepito come un armadio in cui infilare, sovrapposti come cassetti, i più svariati tipi di apparecchiature, computer compresi. La larghezza di ogni "cassetto" è, secondo lo standard principale, di 19 pollici (equivalenti a 48,26 cm); l'altezza può variare in multipli di pollice.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Vista interna di un case

I case solitamente hanno nella loro parte superiore o inferiore un alloggio per l'alimentatore, nella parte centrale diversi alloggi per contenere le periferiche di archiviazione e di lettura, mentre nella parte inferiore sono presenti gli slot che fungono da uscita per l'hardware che fa uso di slot PCI.

La scheda madre viene fissata sul pannello destro del case (visto frontalmente) per mezzo di viti. Tipicamente un case ha 4 bay da 5,25" e 3 da 3,5" che servono per l'installazione di hard disks, lettori floppy, lettori e masterizzatori cd/dvd, e card reader. Nella parte anteriore del case è generalmente presente il bottone di accensione e spegnimento, accompagnato dal bottone di reset che permette di riavviare il pc. Più in basso vi sono generalmente due piccoli led (spie), alimentati grazie a dei connettori che si collegano direttamente alla scheda madre: uno indica lo stato di accensione del computer, l'altro l'attività dell'hard disk. Anteriormente sono presenti i cassettini scorrevoli per l'inserimento/disinserimento di CD e floppy-disk dalle rispettive periferiche cioè i lettori e da qualche anno anche porte USB e prese per cuffie/microfono per agevolare l'utente nell'inserimento dei suoi dispositivi portatili come pen drive, hard disk esterni, lettori di memory card fotografiche ecc. Le parti laterali e posteriori presentano prese d'aria per il raffreddamento della macchina (di cui una è l'uscita della ventola raffreddatrice/aspiratrice), mentre sul retro sono presenti tutte le porte e interfacce di connessione con le altre periferiche hardware (tastiera, mouse, monitor, stampante, modem, casse audio, auricolari, microfono) in uscita dalla scheda madre.

Alcuni case sono equipaggiati con strumenti per la misurazione della temperatura interna al pc o la misurazione della velocità di calcolo del processore. Solitamente il pannello che permette la visualizzazione di questi dati è situato nella parte superiore del case.

Il pannello sinistro del case, visto frontalmente, copre e protegge l'hardware del pc. Avendo questa duplice funzione il pannello scorrevole è fissato con un paio di viti. Si è molto parlato delle viti e di fatto esse sono una componente fondamentale nella stabilità e sicurezza di un case. In tempi recenti si è assistito a un fenomeno di riduzione delle viti sostituite con altri metodi di fissaggio, spesso di natura plastica. A causa del fenomeno del modding, già dal 2000 il pannello sinistro dei case è composto di plexiglas, materiale trasparente attraverso il quale si può osservare l'interno di un case.

Estetica[modifica | modifica sorgente]

Un case equipaggiato con luci al neon

I più tradizionali case sono di colore beige o bianco e sono di forma rettangolare, anche se negli ultimi anni si è assistito a una vera e propria rivoluzione stilistica. Oggigiorno i case tradizionali rientrano nella fascia di case economici anche se diverse persone li preferiscono ai moderni case nonostante abbiano hardware moderno.

I case sempre più personalizzati presentano le seguenti caratteristiche: luci interne quali piccoli led o neon posti in alto o in fondo al case, cavi colorati o rivestiti da guaina multicolore, pannelli in plexiglas, e solitamente raffreddamenti a liquido (che in minima parte vanno a intaccare nell'estetica del case), ventole fluorescenti, ecc.

Gli adesivi sono ormai una consuetudine sui case. Il logo del rivenditore, il nome delle marche del proprio hardware, sono tra gli adesivi più frequenti, non di meno quello relativo al sistema operativo utilizzato.

Principali produttori di Case[modifica | modifica sorgente]

In ordine alfabetico (A-Z)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Case" è un termine mutuato dalla lingua inglese. Nella lingua inglese "case" ha varie accezioni tra cui "contenitore, cassa e scatola". È in tale accezione che nella lingua inglese "case" è utilizzato con il significato trattato in questa voce di Wikipedia.
  2. ^ "Chassis" deriva dal francese "châssis" che in italiano significa "telaio". Nella lingua italiana "chassis" viene utilizzato in ambito meccanico come sinonimo di "telaio" (a tale proposito si veda la voce Telaio (meccanica)).
  3. ^ Bertolacci, op. cit., p. 2

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica