Cannoniera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cannoniera corazzata USS Cairo, 1862

Cannoniera è una tipologia di imbarcazione armata con cannoni. Il termine è piuttosto generico e la sua connotazione precisa è cambiata nel corso degli anni.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La USS Alliance

Nell'età della vela una cannoniera fu solitamente un piccolo vascello privo di ponte con un singolo cannone a canna liscia a prua. una cannoniera poteva avere uno o due alberi o essere spinta solo a remi, ma la versione tipica era di un vascello a singolo albero di circa 15 m di lunghezza. Alcuni tipi di cannoniere erano armate con due cannoni, oppure montavano un certo numero di cannoncini.

Il loro vantaggio era che poiché poteva portare solo un singolo cannone questo poteva essere piuttosto pesante, per esempio un 32-libbre, e che date le ridotte dimensioni poteva manovrare in acque basse, dove la navigazione era più difficile per navi di dimensioni maggiori. Un singolo centro da una fregata avrebbe potuto demolire una cannoniera, ma una fregata che si trovasse ad affrontare una mezza dozzina di cannoniere in un estuario sarebbe stata gravemente danneggiata prima di poter riuscire ad affondarle tutte. Le cannoniere erano di costruzione rapida e veloce, a combattere nella Battaglia di Valcour Island del 1776 sul Lago Champlain di New York furono in gran parte cannoniere costruite sul momento.

Tutte le marine dell'età della vela avevano a disposizione un certo numero di cannoniere, queste avevano un ruolo chiave nel piano francese di invasione del Regno Unito del 1804 e vennero intensamente usate dalla Danimarca durante la Guerra delle cannoniere. Tra il 1803 e il 1812 la US Navy basò la sua forza navale su cannoniere costiere, sperimentando una varietà di progetti, ma queste furono praticamente inutili nella guerra anglo-americana (1812-1815) e ritornò all'uso di vascelli dedicati.

Il termine sperimentò un revival nella guerra civile americana e venne comunemente usato per indicare battelli a pale che montavano una dozzina o più di cannoni, a volte di grosso calibro. Questi furono di solito corazzati.

Alla fine del XIX secolo e all'inizio del XX secolo il termine "cannoniera" venne usato per i più piccoli vascelli armati. Nella US Navy queste imbarcazioni hanno il simbolo di classificazione di scafo "PG" (per patrol gunboat - "cannoniera di pattuglia"), di solito avevano un dislocamento inferiore alle 2.000 t, erano lunghe 65 m, un pescaggio di 3-5 (a volte molto meno) e montavano diversi cannoni fino a 5-6 pollici di calibro (127 - 152 mm). Una caratteristica importante di questi scafi fu la capacità di operare lungo i fiumi, permettendo loro di raggiungere rapidamente bersagli nell'entroterra in modi che prima dello sviluppo dell'aeroplano erano altrimenti impossibili. In questo periodo le cannoniere furono usate dalle potenze navali per azioni di polizia nelle colonie o contro nazioni più deboli, per esempio in Cina, fu questo tipo di cannoniere ad ispirare il termine "diplomazia delle cannoniere".

La HMS Ladybird nel 1940

Durante la seconda guerra mondiale le cannoniere furono considerate dalla Royal Navy come vascelli identici alle torpediniere, ma armate con mitragliatrici ed armi di calibri fino a 57 mm, usate per attaccare altre torpediniere o piccole imbarcazioni denominate MGB o Motor Gun Boat.

Nel dopoguerra il termine venne usato per vascelli più piccoli, con dislocamento dell'ordine delle 500 t. Le cannoniere fluviali della guerra del Vietnam divennero note come "Brownwater Navy" ("Marina delle acque marroni").

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina