Callithrix aurita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Callitrix
Buffy tufeted marmoset.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
(clade) Euarchonta
Ordine Primates
Sottordine Haplorrhini
Infraordine Simiiformes
Parvordine Platyrrhini
Famiglia Cebidae
Sottofamiglia Callitrichinae
Genere Callithrix
Sottogenere Callithrix
Specie C. aurita
Nomenclatura binomiale
Callithrix aurita
E. Géoffroy, 1812

Lo uistitì dalle orecchie bianche (Callithrix aurita E. Géoffroy, 1812) è un primate platirrino della famiglia dei Cebidi.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Questo animale è endemico della foresta atlantica del Brasile sud-orientale (stati di Minas Gerais, San Paolo e Rio de Janeiro), ad altitudini superiori ai 500 m: fra gli uistitì, è quello con l'areale più meridionale. Il nome brasiliano è sagùio

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Misura una trentina di centimetri di lunghezza, la metà dei quali spetta alla coda, per un peso di circa 300 g.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Il pelo è nero, con anelli grigi sulla coda ed a volte macchie bianche sulla fronte: caratteristica distintiva della specie sono due ciuffi di pelo bianco in corrispondenza delle orecchie.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di animali diurni ed arborei: formano gruppi di 2-8 individui basati su un'organizzazione piuttosto blanda, poiché i vari esemplari sono liberi di unirsi od allontanarsi a piacimento dal gruppo.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Questi animali si nutrono quasi esclusivamente d'insetti: per questo motivo, possiedono incisivi meno sviluppati rispetto a quelli di altre specie del genere Callithrix, nelle quali la dieta comprende una buona quantità di linfa e gommoresina, che essi ottengono utilizzando gli incisivi per incidere la corteccia degli alberi.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Si riproduce solitamente una sola volta l'anno: la gestazione dura circa cinque mesi, al termine dei quali vengono dati alla luce due gemelli. A causa della rarità e dell'elusività di questo animale, poco si conosce delle sue abitudini.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi