Callionymus maculatus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Dragoncello macchiato
Immagine di Callionymus maculatus mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Channoidei
Famiglia Callionymidae
Genere Callionymus
Specie C. maculatus
Nomenclatura binomiale
Callionymus maculatus
Rafinesque, 1810

Il dragoncello macchiato (Callionymus maculatus) è un pesce di mare della famiglia Callionymidae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

È presente nel mar Mediterraneo e nell'Oceano Atlantico orientale tra la Norvegia e l'Africa tropicale. Nei mari italiani è abbastanza comune.
Vive in profondità tra 90 e 600 metri, su fondali fangosi.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Ha un aspetto simile al dragoncello, con muso più corto. La spina dell'opercolo ha tre spine rivolte in alto ed una in basso, diretta in avanti.
La livrea del maschio è beige con 4 file orizzontali di macchie scure poste sull'ampia seconda pinna dorsale; la prima è più corta ed è molto più bassa di quella del Callionymus lyra maschio; il tutto è accompagnato da file di punti blu elettrico. La colorazione della femmina è simile a quella della femmina del dragoncello, la prima pinna dorsale è nera, più bassa della seconda, che porta due file orizzontali di punti neri.
Il maschio è può raggiungere 16 cm, la femmina 11.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si ciba di piccoli invertebrati bentonici.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Si riproduce tra gennaio e maggio.

Pericoli[modifica | modifica sorgente]

Le spine opercolari sono velenose e causano ferite molto dolorose che si cicatrizzano molto lentamente.

Pesca[modifica | modifica sorgente]

Occasionale con reti a strascico.

Specie simili[modifica | modifica sorgente]

Il dragoncello fasciato (Callionymus fasciatus) non è riconosciuto da tutti gli ittiologi come specie separata, si distingue dal dragoncello macchiato per le linee di punti scuri sulla seconda pinna dorsale che sono obliqui anziché orizzontali, per avere 5-7 macchie scure a sella sul dorso e per le dimensioni minor (fino a 8 cm le femine ed a 12 i maschi). L'aspetto delle femmine non è ben noto. Vive su fondi sabbiosi tra 20 e 60 m ed è riportato per il mar Ligure ed il mar Nero.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • TORTONESE E. (1975), Osteichthyes - Fauna d’Italia vol. XI, Calderini, Bologna
  • COSTA F., (1991), Atlante dei pesci dei mari italiani, Mursia, Milano
  • LOUISY P., (2006), Guida all’identificazione dei pesci marini d’Europa e del Mediterraneo, Il Castello, Trezzano sul Naviglio (MI)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci