Bruno Marini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bruno Marini
Nazionalità Italia Italia
Genere Jazz
Blues
Sito web

Bruno Marini (Verona, 18 maggio 1958) è un musicista italiano, polistrumentista. Conosciuto principalmente come sax baritono e organo Hammond.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ha lavorato sia nel campo del jazz sia in quello della musica classica.

Jazz[modifica | modifica wikitesto]

Ha registrato oltre 60 Lp e Cd di genere jazz e blues. Ha suonato, tra gli altri, con Jack McDuff, Shirley Scott, Steve Lacy, Gary Bartz, Benny Golson, Sal Nistico, Paul Jeffrey, Nat Adderley, Kenny Burrell, Mal Waldron, Donald Garrett, Bobby Durham, Albert "Tootie" Heath, Jimmy Carl Black.

Musica Classica[modifica | modifica wikitesto]

È stato solista di Luciano Berio.

Discografia Selezionata[modifica | modifica wikitesto]

Oltre 60 dischi, tra i quali:

Jack McDuff "Jackpot" (Red Records), Steve Lacy & Keptorchestra "Sweet Sixteen" (Caligola), Joe Lovano & Keptorchestra "Miss Etna" (Caligola), Gerry Hemingway & Anthony Braxton "2nd Line Ratoon" (Bimhuis), Bobby Durham "Blues for me" (General Records), Bobby Durham "Domani's blues" (Azzurra), Bobby Durham "Live at Ghedi Jazz Festival" (Musex/Vibrarecords), Bobby Durham "Roots Of Acid Jazz" (Racing Jazz), John Tchicai + Ice9 "No Trespassing" (Azzurra), Jimmy Carl Black "Freedom Jazz Dance" (Azzurra), Han Bennink/Daniele D'Agaro/Bruno Marini "The Tempest" (Arte Suono), Luca Flores/Bruno Marini "Riddles" (Splash), Bruno Marini "Love me or leave me" (LMJ), Bruno Marini "West of the Blues" (LMJ), Bruno Marini "Hammond Blood" (Iklos/Azzurra), Bruno Marini "Boppin' out" (Splash), Bruno Marini "70 steps to 60's" (Azzurra)...

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]