Bolivarismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il bolivarismo è il nome che rappresenta la visione storico-politica dell'America latina di Simón Bolívar (1783-1830), che partecipò attivamente alle lotte per l'indipendenza di Venezuela, Colombia, Perù, Bolivia ed Ecuador.

Il bolivarismo punta alla creazione di una unione politica dei paesi e delle società latinoamericane, mantenendo sempre vivo il progetto della Grande Colombia, confederazione che esistette dal 1819 al 1831 e dalla cui frammentazione nacquero gli attuali stati di Colombia, Venezuela, Ecuador e Panama.

In Venezuela, il bolivarismo è fortemente associato al socialismo del XXI secolo e al chavismo, per effetto dell'azione politica dell'ex Presidente Hugo Chávez della cosiddetta "rivoluzione bolivariana" da lui promossa.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cristina Marcano, Alberto Barrera Tyszka, Hugo Chávez, il nuovo Bolívar?, Baldini Castoldi Dalai, 2004, ISBN 9788860730299
  • Roberto Massari, Hugo Chávez tra Bolívar e Porto Alegre, Massari, 2005,ISBN 8845702103
  • Eva Golinger, Codice Chávez, Zambon Verlag
  • Cristina Marcano, Alberto Barrera, Hugo Chávez sin uniforme (Hugo Chávez senza uniforme), Debate, 2005, ISBN 987-1117-18-3
  • Alan Woods, La rivoluzione venezuelana. Una prospettiva marxista, AC editoriale, 2005
  • Eva Golinger, Hugo Chávez e la rivoluzione Bolívariana, Zambon Verlag, 2006, ISBN 88-87826-40-4
  • Américo Martín y Freddy Muñoz, Socialismo del siglo XXI ¿huida en el laberinto?, Editorial Alfa, Colección Hogueras, 2007
  • Fausto Masó, El día que se vaya Chávez, Editorial Libros Marcados, 2007