Banco do Brasil

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Banco do Brasil SA
Logo
Stato Brasile Brasile
Borse valori Borsa di San Paolo: BBAS11
Fondazione 12 ottobre del 1808 a Rio de Janeiro
Fondata da Re Giovanni VI del Portogallo, Irineu Evangelista de Sousa, Joaquim José Rodrigues Torres
Sede principale Brasile Brasília, Brasile
Filiali In più di 20 paesi
Persone chiave
Settore Banche
Prodotti servizi finanziari
Dipendenti più di 100.000
Slogan «Todo seu»
Sito web www.bb.com.br
Placa do Banco do Brasil.jpg

Il Banco do Brasil SA è una delle maggiori banche del Brasile, fondata nel 1808 rappresenta una delle banche più antiche del continente americano. La sede principale è posta nella capitale brasiliana, Brasilia.

La banca è controllata interamente dallo stato e nell'ultimo decennio, anche grazie alla sua quotazione presso la borsa di San Paolo, è diventata una delle banche più redditizie, con una leadership importante nel settore del retail banking. La fondazione della banca è stata voluta durante la colonizzazione Portoghese dal principe Giovanni VI, con l'obbiettivo principale di finanziare il debito pubblico.

Fino al 1964 il Banco do Brasil ha svolto funzioni che vanno ben oltre il ruolo di semplice banca commerciale, come per esempio l'emissione di moneta, il cambio valuta, il ruolo di titolare del tesoro nazionale: compiti successivamente man mano attribuiti ad altri organi amministrativi. A partire dal 1992 la banca è stata interessata da un graduale ristrutturazione, che l'ha ridisegnata nel modello di una banca tradizionale. Questa ristrutturazione ha portato al licenziamento di migliaia di dipendenti, processo che comunque ha fatto della banca un'azienda molto redditizia (dopo anni di perdite coperte con il tesoro pubblico), tanto che oggi la banca è una delle principali strutture usate dal governo per finanziare progetti pubblici come il Fame zero.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]