Baguette

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Baguette
Baguettes - stonesoup.jpg
Origini
Luogo d'origine Francia Francia
Dettagli
Categoria piatto unico
Ingredienti principali
  • farina
  • acqua
  • lievito
  • sale
[1]
 

La baguette (pronunciato baghèt; dall'italiano bacchetta) o in italiano baghetta, francesino, pan francese, è un particolare tipo di pane distinto dalla sua forma molto allungata, e dalla sua crosta croccante.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Una baguette utilizzata per fare un panino con prosciutto e burro

La forma classica della baguette è di 5 o 6 cm di larghezza e 3 o 4 cm di altezza, lunga circa 65 centimetri e con un peso di circa 250 grammi[2][3].

Le baguette più corte sono spesso usate per fare i panini, oppure vengono tagliate a fette e servite con formaggio fresco o paté.

Le baguette sono spesso legate nell'immaginario collettivo alla Francia, specialmente a Parigi, ma sono reperibili in tutto il mondo.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La baguette è un discendente del pane sviluppatosi a Vienna nella metà del XIX secolo, quando si iniziò ad utilizzare i forni a vapore, che favorivano la formazione della crosta croccante e dei solchi obliqui che ancora distinguono l'odierna baguette. La forma venne adottata in Francia nell'ottobre del 1920, quando una legge vietò ai fornai di lavorare prima delle quattro, rendendo impossibile cucinare le tradizionali pagnotte rotonde in tempo per la colazione dei clienti: la baguette risolse il problema perché può essere preparata e infornata molto più brevemente[4].

Aspetti legali[modifica | modifica sorgente]

Le leggi francesi del cibo definiscono come «pane della tradizione francese» un prodotto contenente solo i seguenti 4 ingredienti: acqua, farina, lievito (di birra o pasta madre) e sale[1]

L'aggiunta di qualsiasi altro ingrediente impedisce di usare il nome di «pane della tradizione francese» per il prodotto finale.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (FR) Décret n° 93-1074 du 13 septembre 1993 pris pour l'application de la loi du 1er août 1906 en ce qui concerne certaines catégories de pains in Legifrance. URL consultato l'08/04/2014.
  2. ^ Raymond Calvel, The Taste of Bread, Springer, 2001, p. 197, ISBN 083421646-9.
  3. ^ Steve Fallon, Chris Pitts, Nicola Williams, Parigi. Con cartina, EDT srl, 2011, p. 209, ISBN 886040938-1.
  4. ^ Gilles Pudlowski, Les trésors gourmands de la France, Renaissance Du Livre, 2000, ISBN 280460362-8.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]