Asclepiodoto (tattico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Asclepiodotus Tacticus (Ἀσκληπιόδοτος in Greco antico; ... – ...) è stato uno scrittore e filosofo dell'Antica Grecia (I sec. a.C.). A detta di Lucio Anneo Seneca, Asclepiodoto Tattico sarebbe stato pupillo del filosofo Posidonio ed autore di un'opera intitolata Quaestionum Naturalium Causae[1]. Il titolo di Tattico venne dato ad Asclepiodoto per un suo trattato sulla tattica militare, Téchne taktiké, uno dei primi trattati di ars bellica giunti a noi dal Mondo Antico, nel quale descrive il funzionamento delle forze armate del Regno di Macedonia.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Seneca, Naturales quaestiones, VI, 17, 22

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Aeneas Tactitus, Asclepiodotus, and Onasander, ed. Illinois Greek Club, Loeb Classical Library, ISBN 0-674-99172-9.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 262924258 LCCN: n93040321