Arengario di Monza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 45°35′03.66″N 9°16′30.1″E / 45.584349°N 9.275026°E45.584349; 9.275026

L'Arengario

L'Arengario è un edificio storico situato nel centro di Monza; si trova in piazza Roma: da qui si dipartono tutte le vie principali di Monza.

L'Arengario è l'antico Palazzo Comunale di Monza e risale al XIII secolo. Costruito a margine del Pratum magnum cioè della storica piazza del mercato, è il più importante edificio civile della città ed è il simbolo dell'autonomia comunale.

La sua tipologia a porticato inferiore (usato in antico per il mercato) che sostiene la vasta sala superiore, un tempo usata per i consigli comunale e per le assemblee dei mercanti, si richiama direttamente all'esempio poco anteriore del Palazzo della Ragione (1228) (detto anche Broletto Nuovo) di Piazza Mercanti a Milano.
Sulla facciala a sud, a capanna, è una loggetta in pietra, aggiunta nel 1330, detta in dialetto la Parléra, da cui venivano letti i decreti del Comune.

L'antico accesso alla sala superiore avveniva lungo il fianco orientale tramite due scale esterne alla porta di cui sono tuttora visibili le tracce; nel XIV secolo ci fu una distruzione dell'arengario che portò i cittadini al suicidio a causa di ciò. Nel porticato erano custodite le unità per le misure medievali ad uso dei commercianti (oggi sistemate all'ingresso della biblioteca civica).

La grande sala superiore, a capriate di legno poggianti su mensole di pietra, è adibita a sala d'esposizione per mostre d'arte e rassegne culturali.

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]