Psittacara euops

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Aratinga euops)
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Parrocchetto di Cuba
Cuban Parakeet (Aratinga euops) -in tree-6-4c.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Psittaciformes
Famiglia Psittacidae
Sottofamiglia Arinae
Genere Psittacara
Specie P. euops
Nomenclatura binomiale
Psittacara euops
(Wagler, 1832)
Sinonimi

Aratinga euops

Il parrocchetto di Cuba (Psittacara euops (Wagler, 1832)) è un uccello della famiglia degli Psittacidi.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Colore generale verde, più scuro nelle parti superiori, tendente al giallognolo in quelle inferiori, ha taglia attorno ai 26 cm. Presenta macchie rosse sparse su testa, petto e spalle. Ha un evidentissimo anello perioftalmico bianco, l'iride gialla, il becco e le zampe rosa grigiastre. Gli immaturi hanno le macchie rosse molto ridotte, l'iride bruna e il piumaggio generale più pallido.[senza fonte]

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

È erratico e si muove con una certa frequenza alla ricerca di cibo: dove maturano i frutti del jobo (Spondia luteos) compare il parrocchetto di Cuba.

La stagione riproduttiva comincia a maggio; nidifica nelle cavità delle palme e talvolta occupa nidi abbandonati dal picchio verde di Cuba (Xiphidiopicus percussus).

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È endemico di Cuba dove ancora sopravvive in alcune regioni remote del paese come la penisola di Zapata e la Cuchillas del Toa.

Il suo habitat è rappresentato da boschi semidecidui e da savane alberate soprattutto con boschi di palme.

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Vulnerabile a causa dell'eccesso di catture e della distruzione dell'habitat.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) BirdLife International 2012, Aratinga euops in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Psittacidae in IOC World Bird Names (ver 4.4), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 19 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli